Buon Compleanno, Forte!

Tra mercatini natalizi di ceramiche e oggetti in ulivo, e le luminarie delle vie dello shopping, Forte dei Marmi festeggia il suo primo secolo di vita offrendo alla cittadinanza e ai turisti una mostra gratuita, allestita nel Forte Lorenese.

Due sedi (il Fortino e il Museo Ugo Guidi), decine di opere e altrettanti artisti, tre sezioni (personaggi che hanno soggiornato in città nel corso del Novecento; artisti locali scomparsi; e contemporanei – nati o residenti a Forte – invitati a creare opere ad hoc per l’evento) e un bel catalogo per raccontare il lungo rapporto d’amore tra pittori e scultori e la città che deve il suo nome a quel materiale che Michelangelo ha reso famoso nel mondo.
Una mostra, Artisti x Forte 100, allestita – in un periodo di grave crisi economica – con pochissimi fondi ma che ha visto l’impegno, in primis, dei due curatori per reperire anche opere di grandi nomi del secolo scorso – quali Lucio Fontana (che anche quando non taglia la tela ritorna sempre sul tema); Renato Guttuso; Marino Marini (in veste pittorica ma inconfondibile nei volti delle sue Pomone e nel tratteggio del cavallo); Mario Schifano (con un’opera decisamente marina e in tema); Mario Sironi; Ernesto Treccani (amico personale di Ugo Guidi, scultore e padre del co-curatore della mostra); Emilio Vedova; Henry Moore (che, anche quando ritrae in un’acquaforte dei bagnanti, imprime alle forme la monumentalità della sua statuaria in marmo); Achille Funi (in un periodo tardivo rispetto alla sua partecipazione al Futurismo ma, forse per questo, anche più interessante); e molti altri. E, in secondo luogo, mostra che si giova del contributo fattivo degli stessi abitanti di Forte dei Marmi che hanno prestato volentieri schizzi, acqueforti e tele, sia parte di collezioni private sia semplici ricordi di amicizie personali intrattenute con gli artisti mentre soggiornavano in città.
Pregevole anche lo sforzo di raccogliere il contributo di artisti contemporanei che abbiano un legame con Forte e che si sono prestati volentieri a raccontare questo stesso legame, ognuno con il proprio linguaggio e forma artistica.
Una mostra che, ancora una volta, vuol dare della cittadina della Versilia un’immagine meno patinata e più composita, ricordando che non è solo la spiaggia di veline e calciatori. L’unica pecca di questo racconto è che manca proprio una parte orale. Di fronte allo schizzo su carta di Carlo Carrà ci si domanda quando lo abbia fatto e, magari, ci si immagina che, seduto in un bar, abbia ritratto quell’amico di spiaggia che, in un pomeriggio assolato, ha condiviso con lui un boccale di birra ghiacciata. Chissà? Forse, per chi non è di Forte, sarebbe interessante scoprire il legame di Henry Moore con le cave Cervaiole dell’Henraux o dei Futuristi con l’intera Versilia e la Costa Labronica. Qualche annotazione a margine avrebbe reso la mostra ancora più interessante.

Simona M. Frigerio e Luciano Uggè

In occasione del centenario di Forte dei Marmi
la mostra continua:
Artisti x Forte 100
a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi

Fortino di Forte dei Marmi 
inaugurazione: sabato 6 dicembre, ore 17.00                                          
fino a domenica, 11 gennaio 2015
orari: da martedì a giovedì, dalle ore 9.30 alle 13.00; da venerdì a domenica, dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00. Dal 18 dicembre al 6 gennaio, aperta tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00
(chiuso lunedì, Natale e Capodanno).
 
Museo Ugo Guidi
via Civitali, 33 – Forte dei Marmi
inaugurazione: sabato 13 dicembre, ore 17.00
fino a mercoledì, 7 gennaio 2015
orari: ogni sabato dalle ore 11.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.00 o su appuntamento
www.ugoguidi.it
entrambe le mostre sono a ingresso libero

Catalogo:
Artisti x Forte 100
introduzione Vittorio Guidi

testo critico Lodovico Gierut
pagine 140
2014, Edizioni Museo Ugo Guidi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Forte dei Marmi, pittura&scultura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.