Inequilibrio Festival 2017

reality-tagliarini-deflorian-1Due weekend lunghi all’insegna della prosa e della danza contemporanea, della multiculturalità e della sperimentazione: ancora una volta, si accendono i riflettori su Castello Pasquini, a Castiglioncello.

Un ritrovato spirito di collaborazione e unità d’intenti, che lascia ben sperare per il futuro, è quello che si respira alla presentazione di Inequilibrio 2017. Peccato solo che a questa manifestazione sia venuto meno l’appoggio degli altri comuni del territorio circostante – fatto salvo, ovviamente, Rosignano Marittimo.
Castello Pasquini, sede storica di Armunia, accoglierà al suo interno, ma anche nelle strutture situate nella pineta circostante e nelle tensostrutture questa XX edizione. L’articolazione del Festival sembra ricalcare quella del 2016, con un focus su un attore/regista che presenta una serie di opere, e altre Compagnie che porteranno le loro ultime produzioni, alcune delle quali non ancora in forma definitiva. A questo preposito, viene da ricordare Latini con il primo atto de I Giganti della Montagna di qualche anno fa.
Da sottolineare che alcune tra le produzioni sono frutto di collaborazioni e residenze che si sono tenute durante l’inverno, sempre a Castiglioncello, alimentando quel circuito virtuoso tra spazi disponibili e artisti – privi degli stessi – così necessario nell’attuale situazione italiana.
Prosa e danza si alterneranno nella programmazione anche se quest’ultima sarà maggiormente presente nei primi giorni, con performance che saranno replicate in orari e giorni diversi così da favorirne la fruizione da parte del pubblico.
Gli spettacoli inizieranno il 21 giugno con la Compagnia Il ServoMuto – che presenta Polvere, un lavoro che indaga la memoria e ciò che rimane alla fine dell’esistenza. L’Associazione Nerval Teatro concluderà la prima giornata con Winnie.
Venendo alla danza, che occuperà un posto di rilievo all’interno della programmazione, segnaliamo il focus sul Medioriente, con i lavori di quattro giovani coreografi. Una danza, quella di Bassam Abou Diab (con Under the flesh), che esprime il disagio e lo sgomento provato da molti libanesi a causa delle occupazioni israeliane, e che stanno tuttora vivendo in altri Paesi dell’area per le conseguenze delle guerre volute dall’Occidente. Un’esplorazione sui modi per sopravvivere in un inferno che sembra non finire mai. E, a proposito di inferno, Mounir Saeed presenterà What abuot Dante – che prende spunto dalla celebre cantica per indagare la possibilità e la necessità di dialogo tra culture differenti. Sullo stesso tema, ma attraverso un vissuto più personale, il palestinese Sharaf Dar Zaid (con To be…) analizzerà le estremizzazioni in campo culturale e le possibili mediazioni per continuare a vivere nella propria terra. Infine, Jadd Tank – in Liberté Toujours – si domanderà quale sia il significato ultimo del termine libertà, in tutte le sue accezioni, sempre inseguita eppure, apparentemente, sempre più lontana.
All’insegna della compagine internazionale anche la Compagnia canadese Virginie Brunelle che presenterà Foutrement, indagando l’infedeltà e le sue ossessioni. Silvia Girabaudi porterà Dov’è Adamo – tappa di un percorso avviato anni fa con Armunia, che vede la partecipazione di persone over 60; What age are you acting? tratterà l’incidenza del tempo sul nostro corpo; e R. Osa 10 esercizi per nuovi virtuosismi schizzerà un caleidoscopio di donne à la Botero.
Tornando alla prosa, fa piacere salutare il ritorno di Roberto Abbiati, applaudito calorosamente nel 2014 con Il vecchio e il mare, che proporrà Il “passato” per le armi –  Debra Libanos. Massimiliano Civica porterà la versione definitiva di Un quaderno per l’inverno – un confronto tra due personaggi in una situazione tragica ma che sconfina in un dialogo imprevisto e per nulla scontato. Luca Scarlini, con Paesaggio di mare con palcoscenico, ci racconterà di personaggi del primo Novecento e del loro rapporto con la Costa degli Etruschi.
E ancora, Danio Manfredini autore e interprete di Studi verso Luciano. Ecografia di un corpo, porterà in scena un primo studio sulla storia di una vita, rinchiusa all’interno di non-luoghi dove il reale e l’immaginario non hanno un confine netto e immediatamente riconoscibile. Roberto Latini, al quale il Festival dedica una retrospettiva, riproporrà le Noosfere – ossia i tre monologhi: Lucignolo, Titanic, Museum – e debutterà con il nuovo  lavoro, Il Cantico dei Cantici, in prima nazionale e liberamente tratto da uno tra i più antichi testi della letteratura italiana.
Last but not least, Daria Deflorian con Antonio Tagliarini concluderanno il Festival con Rzeczy/Cose, il racconto della quotidianità di una casalinga polacca.

Luciano Uggè

bertozzireality-tagliarini-deflorian

Inequilibrio Festival 2017
Castello Pasquini
Castiglioncello (LI)

da mer 21 a dom 25 giugno e da mer 28 giugno a dom 2 luglio
http://armunia.eu/

mercoledì 21 giugno
Sala del Camino, ore 19.00
Il ServoMuto presenta:
Polvere
(teatro)

Tenso 1, ore 20.30
Claudia Catarzi/Michal Mualem presentano:
A Set of Timings
(danza)

Tenso 2, ore 21.30
369gradi/Bartolini/Baronio presentano:
Dove tutto è stato preso
(teatro, primo studio)

Anfiteatro, ore 22.30
Nerval Teatro presenta:
Winnie
(teatro)

giovedì 22 giugno
Tenso 2, ore 18.00
Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi presentano:
Le Jardin
(danza)

Sala del Camino, ore 19.00
Mounir Saeed presenta:
What about Dante
(danza, prima nazionale)

Tenso 2, ore 20.00
Jadd Tank presenta:
Liberté Toujours
(danza, prima nazionale)

Tenso 1, ore 21.00
Claudia Catarzi/Michal Mualem presentano:
A Set of Timings
(danza)

Sala Del Cielo, ore 18.00
Elena Guerrini presenta:
Vie delle Donne? Poche e quasi tutte Sante
(teatro, prima nazionale)

Anfiteatro, ore 22.00
Nerval Teatro presenta:
Winnie
(teatro)
venerdì 23 giugno

Sala Secondo Piano, ore 11.00-15.30-18.00
Lanza/De Carolis presentano:
Contemplazione di Ismene
(teatro)

Tenso 2, ore 18.00
Jadd Tank presenta:
Liberté toujours
(danza)

Tenso 1, ore 19.00
Barbara Berti presenta:
I am shape, in a shape, doing a shape
(danza)

Sala del Camino, ore 19.30
Mounir Saeed presenta:
What about Dante
(danza)

Tenso 1, ore 20.30
Habillè d’eau presenta:
Euforia
(danza)

Tenso 2, ore 21.30
Ginevra Panzetti/Enrico Ticconi presentano:
Le Jardin
(danza)

Sala del ricamo, ore 22.30
Roberto Abbiati presenta:
Il “passato” per le armi – Debra Libanos
(teatro)

sabato 24 giugno
Sala Secondo Piano, ore 11.00-15.30-18.00
Lanza/De Carolis presentano:
Contemplazione di Ismene
(teatro)

Tenso 1, ore 18.00
Sharaf dar Zaid presenta:
To be…
(danza, prima nazionale)

Sala del Camino, ore 19.00
Bassam Abu Diab/Samah Taraba presentano:
Under the Flesh
(danza)

Tenso 1, ore 20.00
Simona Bertozzi/Nexus presentano:
And it burns burns burns
(danza)

Sala del Ricamo, ore 21.00
Roberto Abbiati presenta:
Il “passato” per le armi – Debra Libanos
(teatro)

Tenso 2, ore 21.00
Teatro Metastasio Prato/Massimiliano Civica presentano:
Un quaderno per l’inverno
(teatro)

Anfiteatro, ore 22.30
Garbuggino/Ventriglia presentano:
In terra in cielo
(teatro)

 
domenica 25 giugno
Sala Secondo Piano, ore 11.00-15.30-18.00
Lanza/De Carolis presentano:
Contemplazione di Ismene
(teatro)

Tenso 1, ore 18.00
Simona Bertozzi/Nexus presentano:
And it burns burns burns
(danza)

Sala del Camino, ore 19.00
Bassam Abu Diab/Samah Taraba presentano:
Under the Flesh
(danza)

Tenso 2, ore 20.00
Teatro Metastasio Prato/Massimiliano Civica presentano:
Un quaderno per l’inverno
(teatro)

Tenso 1, ore 21.15
Sharaf dar Zaid presenta:
To be…
(danza)

Anfiteatro, ore 22.00
Garbuggino/Ventriglia presentano:
In terra in cielo
(teatro, prima nazionale)

Sala Del Cielo, ore 23.15
Elena Guerrini presenta:
Vie delle Donne? Poche e quasi tutte Sante
(teatro)

mercoledì 28 giugno
Parco Castello Pasquini, ore 18.00
Nerval Teatro presenta:
Attraversamenti
(teatro, flash mob)

Tenso 1, ore 19.00
A. Aymone/M. Santander Corvalán presentano:
Mash
(danza, prima nazionale)

Pozzo Parco Castello Pasquini, ore 19.00
Marco Cacciola presenta:
Farsi silenzio
(teatro)

Tenso 2, ore 20.00
Leviedelfool presenta:
Heretico
(teatro)

Tenso 1, ore 21.30
Manfredi Perego presenta:
Geografie dell’istante
(danza, prima nazionale)

Sala del ricamo, ore 22.15
Luca Scarlini presenta:
Paesaggio di mare con palcoscenico
(teatro)

 
giovedì 29 giugno
Sala del ricamo, ore 17.30
Luca Scarlini presenta:
Paesaggio di mare con palcoscenico
(teatro)

 
Tenso 1, ore 17.30
Manfredi Perego presenta:
Geografie dell’istante
(danza)

Parco Castello Pasquini, ore 18.00
Nerval Teatro presenta:
Attraversamenti
(teatro, flash mob)

Tenso 2, ore 18.00
Leviedelfool presenta:
Heretico
(teatro)

Sala del Camino, ore 19.30
Industria Indipendente presenta:
Lucifer
(teatro)

Tenso 1, ore 21.00
A. Aymone/M. Santander Corvalán presentano:
Mash
(danza)

Anfiteatro, ore 22.15
Fortebraccio Teatro presenta:
Noosfera – Lucignolo
(teatro)

venerdì 30 giugno
La Limonaia, ore 17.00
Silvia Gribaudi/Nerval Teatro presentano:
Flash Mob
(danza/teatro)

La Limonaia, ore 17.30
Silvia Gribaudi/Progetto Over 60 presentano:
Dov’è Adamo?
a seguire A corpo libero

(danza)

Sala del Ricamo, ore 18.30
Gogmagog presenta:
Piccole commedie rurali
(teatro, prima nazionale)

Sala del Camino, ore 19.30
Industria Indipendente presenta:
Lucifer
(teatro)

Tenso 1, ore 21.00
Compagnia Abbondanza Bertoni presenta:
La morte e la fanciulla
(danza, prima nazionale)

Anfiteatro, ore 22.15
Fortebraccio Teatro presenta:
Noosfera – Titanic
(teatro)

sabato 1 luglio
Tenso 1, ore 18.00
Compagnia Abbondanza Bertoni presenta:
La morte e la fanciulla
(danza)

Sala del Camino, ore 19.30
Deflorian/Tagliarini presentano:
Rzeczy/Cose
(teatro)

Tenso 1, ore 20.00
Virginie Brunelle presenta:
Foutrement
(danza)

Sala del Ricamo, ore 20.00
Gogmagog presenta:
Piccole commedie rurali
(teatro)

Tenso 2, ore 21.00
Danio Manfredini presenta:
Studi verso “Luciano” – Ecografia di un corpo
(teatro, spettacolo in formazione)

Anfiteatro, ore 22.15
Fortebraccio Teatro presenta:
Noosfera – Museum
(teatro)

Sala del Camino, ore 23.30
Deflorian/Tagliarini presentano:
Rzeczy/Cose
(teatro)

domenica 2  luglio
Sala del Camino, ore 17.00
Deflorian/Tagliarini presentano:
Rzeczy/Cose
(teatro)

Parco Castello Pasquini, ore 18.00
Cantieri Teatrali Koreja/Gemma Carbone presentano:

GUL uno sparo nel buio
(teatro)

Tenso 1, ore 18.00
Virginie Brunelle presenta:
Foutrement
(danza)

Tenso 1, ore 19.00
Silvia Gribaudi presenta:
What age are you acting?
(danza)

Tenso 1, ore 20.00
Silvia Gribaudi presenta:
R. OSA 10 esercizi per nuovi virtuosismi
(danza)

Tenso 2, ore 21.00
Danio Manfredini presenta:
Studi verso “Luciano” – Ecografia di un corpo
(teatro, spettacolo in formazione)

Anfiteatro, ore 22.15
Fortebraccio Teatro presenta:
Il Cantico dei Cantici
(teatro, prima nazionale)

Sala del Camino, ore 23.30
Deflorian/Tagliarini presentano:
Rzeczy/Cose
(teatro)

Share
Questa voce è stata pubblicata in 2017, Castiglioncello, festival&stagioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.