Luna rossa ai Bagni Misteriosi

Una serata al ritmo di musiche caraibiche per assaporare un anticipo di vacanza sotto la luna più rossa del secolo.

Il giorno della crocifissione di Gesù Cristo comparve in cielo un’enorme luna, rossa come il sangue, indice del dolore e della rabbia divina al sacrificare l’unico figlio per la salvezza dell’umanità. Questo è solo uno degli esempi di superstizione popolare che dalla notte dei tempi legge nei fenomeni celesti tremendi messaggi che Dio invia ai fedeli. In particolare, le eclissi di sole e luna  rappresentano presagi di gravi sventure.
Le competenze scientifiche hanno saputo fornire precise indicazioni sui moti astronomici e le persone, non più prigioniere delle proprie paure, oggigiorno interrompono le consuete occupazioni per osservare con curiosità la sparizione dei pianeti dal cielo. La sera di venerdì 27 luglio 2018, complice una straordinaria combinazione di eventi,  lo spettacolo si è presentato straordinariamente amplificato: si è trattato dell’eclissi più lunga del secolo con i suoi 103 minuti e, poco dopo le 22.20, al suo riapparire, la luna irradiava bagliori arancioni e dorati, rivaleggiando per colore e dimensioni con Marte che da anni non orbitava così vicino alla Terra.
A settimana lavorativa terminata e col caldo ormai insopportabile, ovunque si sono organizzati eventi per intrattenere le persone all’aperto durante il blackout. A Milano i Bagni Misteriosi hanno proposto a bordo dell’elegante piscina anni Trenta un ricco aperitivo e un concerto di musica dal vivo con AsìCuba.  Il gruppo, formato da Aymé Cabrera, Ubalner Reyes Cuza, José “Lupe” Rodriguez ed Ernesto “El Puro” Perez, ha eseguito un repertorio di canzoni note e dal ritmo trascinante che ha indotto tutti i presenti a lasciarsi andare alle danze, fuori e dentro l’acqua. Nulla tuttavia è stato lasciato al caso perché ai piedi del palco – ricavato davanti alla Palazzina che in origine ospitava spogliatoi e caldaie – Richard R. Mazorra, il ballerino star del Club Tropicana di L’Havana, ha guidato divertenti coreografie di gruppo e si è concesso a sensuali passi a due con le signore che, come hanno confessato alcune, hanno potuto mostrare ai mariti scettici quanto imparato alle lezioni di ballo lo scorso inverno.
Per una sera, tra un cocktail, un tuffo in piscina e buona musica, sembrava davvero di non essere tra i palazzi del centro ma in un villaggio vacanze dove ritemprarsi dalla settimana. Se dopo il concerto del gruppo AsìCuba l’intrattenimento musicale è sospeso sino a fine agosto – quando prenderà il via la rassegna organizzata dai Civici Corsi di Jazz – non chiudono invece la piscina e l’ottimo bar dei Bagni Misteriosi.
Per chi resta a Milano appuntamento a bordo vasca; a chi parte auguri di buone vacanze da Artalks.

Silvana Costa

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Franco Parenti

via Pier Lombardo, 14 – Milano
venerdì 27 luglio 2018
www.teatrofrancoparenti.it

www.bagnimisteriosi.com

Luna rossa ai Bagni Misteriosi
Concerto in piscina a ritmo di salsa e bolero
Gruppo AsìCuba: Aymé Cabrera – voce solista, Ubalner Reyes Cuza – chitarra e voce, José “Lupe” Rodriguez, Piero Cosa – basso
e Richard R. Mazorra Mesa – ballerino

 

PROSSIMAMENTE
Concerti a cura dei Civici Corsi di Jazz
della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado
30 agosto 2018, 19.30-20.30
Youjazz
con Elia Grassi (piano), Gabriele Bertosi (basso elettrico), Jasmine Abdel Kader (voce)

6 settembre 2018, 19.30-20.30
Trio Blu
con Alessandro Germini (contrabbasso), Mattia Pertile (batteria), Rosarita Crisafi (sax tenore)

13 settembre, 19.30-20.30
Giuseppe Blanco Trio
con Giuseppe Blanco (piano), Alessandro Germini (contrabbasso), Mattia Pertile (batteria)

Share
Questa voce è stata pubblicata in libri&musica, Milano, Teatro Franco Parenti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.