MTM|Stagione 2021/22

Manifatture Teatrali Milanesi presenta gli spettacoli in programma fino a luglio 2022 a Teatro Litta, Teatro Leonardo e La Cavallerizza. L’apertura al pubblico è fissata per il 25 settembre in occasione del festival Poesia azione pubblica.

A MTM durante la presentazione della Stagione 2021/22 Gaia Calimani, Presidente di Fondazione Palazzo Litta per le Arti Onlus, dà letteralmente i numeri: il nuovo cartellone vanta 47 titoli, 13 produzioni di cui 2 co-produzioni, 34 ospitalità e ben 3 festival.
Le fa eco Antonio Syxty spiegando le ragioni di assegnare alla Stagione un titolo che risvegli ricordi del tempo di guerra. In fondo non potrebbe essere diversamente dopo mesi di coprifuoco, attività chiuse – a iniziare da quelle culturali – e bollettini quotidiani con numeri di morti e ricoverati. “Intitoliamo la nostra stagione è città aperta perché vogliamo rappresentare noi del teatro, della cultura, degli eventi, la prima città da abitare, dopo quella del lavoro, dell’educazione e della sanità. MTM è città. Vuole esserlo e proporsi come tale nel senso più ampio e accogliente del termine, per tutti coloro che hanno scelto di stare con noi in questi anni e per altri che vorranno farlo nell’anno che ci aspetta” .
Il desiderio di ripartire è grande e Filippo Del Corno, l’Assessore uscente alla Cultura del Comune di Milano che – a differenza del ministro Franceschini – si è schierato da subito al fianco degli operatori dello spettacolo, comunica di essersi già attivato per sollecitare l’aumento della percentuale di pubblico ammesso in cinema e teatri. Nel mentre MTM riapre la sede di Teatro Leonardo destinata ad ospitare tra le tante iniziative pure la rassegna Manteniamo il turbo riservata alle scuole.
A proposito di scuole, la Stagione al Teatro Litta si inaugura con Il gioco del mondo (5/9 ottobre), il saggio finale degli allievi della Scuola Grock. L’elenco delle restanti produzioni interne comprende riprese, nuovi titoli e spettacoli che hanno dovuto rimandare il debutto più e più volte a causa della pandemia come, per esempio, Alcesti – una donna (18/28 novembre), una rielaborazione di Filippo Renda del testo di Euripide per riflettere sul rapporto tra genitori e figli. Renda firma la drammaturgia di due ulteriori opere portate in scena con la regia di Stefano Cordella: La rivolta dei brutti (14/24 ottobre) che, a partire dalla strage compiuta da Elliot Rodger il 23 maggio 2014 a Isla Vista in California, descrive il percorso psicologico, dal vittimismo ad atti di violenza, di uomini sessualmente frustrati a causa del proprio aspetto fisico; Decameron, una storia vera (22 marzo/3 aprile) è un progetto che, come nell’originale di Boccaccio, coinvolge un gruppo di artisti, variegato per linguaggi ed esperienze, con l’intento di raccontare storie sul vivere la crisi che sta rivoluzionando il mondo.
Valeria Cavalli e Claudio Intropido affidano invece al professor Roversi – personaggio che a distanza di anni dal debutto resta un beniamino del pubblico – il compito di dimostrare la perdurante contemporaneità di ulteriori due padri della letteratura italiana: Giacomo Leopardi in Fuori misura (24/28 novembre) e Dante in Scateniamo l’inferno! (10/12 dicembre). Anche Luigi Pirandello è tra i protagonisti della Stagione con due suoi celeberrimi testi: Uno, nessuno, centomila (11 gennaio/6 febbraio) nella versione adattata da Renato Gabrielli, diretta da Lorenzo Loris e prodotta da MTM con Teatro Out Off e, in vista dei cento anni dalla prima rappresentazione avvenuta il 24 febbraio del 1922 al Teatro Manzoni di Milano, L’uomo dal fiore in bocca (15/27 febbraio) con Francesco Paolo Cosenza impegnato a recitare il monologo e Antonio Syxty alla regia.
A Pasqua Syxty debutta con la terza parte di Gestemani, la performance site-specific che, dopo le contemplazioni del creato svoltesi all’aria aperta, per Resurrezione (aprile 2022) invita i partecipanti sul palcoscenico del Litta dove, distesi su brandine, possono contemplare gli attori librarsi nel vuoto della torre scenica, leggeri perché liberi dagli affanni del corpo e della vita eterna. È libero dalle ansie terrene anche Cyrano sulla luna (27 giugno/9 luglio) che, nel monologo di Luca Chieregato con Pietro De Pascalis, si interroga con la semplicità dei bambini su cosa sia il teatro mentre man mano affiorano alla memoria episodi della vita appena conclusa. Alla poesia delle parole del celebre spadaccino fa da controcanto la suggestione offerta dai corpi in movimento con le coreografie di Susanna Baccari: Not mine no more (1/6 febbraio), un assolo fra teatro e danza di Ivana Petito, e, a seguire nella stessa serata, Blue, solo per i tuoi occhi, un tentativo di fuga da una realtà opprimente e deprimente che, per dirla all’inglese, “makes you feel blue”.
A completare la carrellata di generi proposta da MTM non potevano mancare le commedie. Valeria Cavalli e Debora Virello si ispirano alla tradizione dei musicarelli per una trasposizione in chiave canora delle peripezie – in gran parte originate da un difetto di comunicazione tra i protagonisti – che devono affrontare Gl’Innamorati (17/31 dicembre) di Carlo Goldoni. Nino Formicola è regista e interprete – con Max Pisu al posto di Andrea Brambilla, l’indimenticabile commissario Zuzzurro morto nel 2013 – di quella che può essere definita la commedia comica per antonomasia: La cena dei cretini (4 marzo/14 aprile) di Francis Veber. È questa tuttavia una versione originale cui Formicola e Brambilla, forti di centinaia di repliche, nel tempo hanno aggiunto del proprio, allargando meccanismi comici già presenti nel testo di Veber. Formicola è in scena al Teatro Litta anche con una produzione esterna: Angelo Fausto Coppi. L’eroe nato contadino (30 novembre/5 dicembre), ispirato a Sabina Maria Negri dalla biografia del Campionissimo.
L’elenco delle compagnie ospiti di MTM è città aperta promette una analoga eterogeneità di offerta. È doveroso aprire questa veloce rassegna con la Compagnia Corrado D’Elia che nella Stagione 2021/22 debutta con Io, Steve Jobs (22/31 ottobre) – un ulteriore monologo da aggiungere alla ricca galleria di ritratti cui afferisce anche Io, Moby Dick (9/19 dicembre, liberamente ispirato a Moby Dick di Hermann Melville – e Mercurio (8/20 marzo) tratto dall’omonimo romanzo dalle pennellate dark di Amélie Nothomb.
Si preannuncia ancora una volta il tutto esaurito per il ritorno in scena di La merda (25/26 febbraio) di Cristian Ceresoli con Silvia Gallerano impegnati anche in Happy Hour (8/10 aprile). La sconsolata esortazione alle Sorelle d’Italia si inserisce a pieno titolo nella rassegna Le ragazze raccontano, composta da Valeria Cavalli e Gaia Calimani, che attraversa tutti i 10 mesi di programmazione. Citiamo, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la presenza di Arianna Porcelli Safonov con Riding tristocomico (16 ottobre), di Serena Sinigaglia alla regia di Le allegre comari di Windsor (2/7 novembre), di Cinzia Spanò con Il condominio (10/13 febbraio). Debutta a La Cavallerizza – che dovrebbe poter riaprire con il nuovo anno – Le Milanesi (da febbraio), una serie di ritratti di personaggi celeberrimi del calibro delle sorelle Giussani, di Biki o di Franca Valeri cui danno vita Monica Faggiani e Valentina Ferrari. A chiusura di Stagione al Teatro Leonardo è previsto Il Festival di Amleta (26/29 maggio), l’associazione di attrici, nata durante il primo lockdown con obiettivo di contrastare le discriminazioni di genere nel mondo dello spettacolo, insignita in questi giorni da Amnesty International del Premio Arte e diritti umani 2021.
Simmetricamente, a inizio Stagione, si rinnova l’appuntamento con HORS, il festival del teatro indipendente a cura di Filippo Renda e Stefano Cordella. Sabato 25 e domenica 26 settembre si svolge Poesia azione pubblica: per tutto il weekend la poesia contemporanea italiana prenderà possesso degli spazi di corso Magenta proponendo quasi a ciclo continuo performance, installazioni e letture, focus sull’editoria indipendente specializzata, opere di giovani autori e gli imprescindibili omaggi a poeti milanesi o legati a Milano. HORS poi prosegue con Console Wars (1 ottobre) di Rodolfo Ciulla e Gabriel Favata e Due volte Tito – Sopravvivere alla tragedia (2 ottobre) di Francesca Mignemi ed Eleonora Pari.
A maggio al Teatro Leonardo è previsto il Festival di divulgazione scientifica (10/12 maggio) introdotto da due incontri con lo scrittore e youtuber Adrian Fartade: Moriremo tutti! Storie di come abbiamo immaginato la fine del mondo (22 febbraio) e Donne nell’esplorazione spaziale. Una storia di discriminazione, sessismo e la battaglia per la parti opportunità sopra e sotto il cielo (26 aprile), un tema questo che ben si coniuga con le tematiche su discriminazione e pregiudizio di genere affrontate da Le ragazze raccontano.
Al Leonardo trova spazio pure la musica con i tributi di Stage 11 a Fabrizio De André (27/29 gennaio), Lucio Battisti (17/19 febbraio) e gli Abba (4/6 maggio).
E questo ovviamente non è tutto perciò vi invitiamo a leggere il programma dettagliato riportato qui sotto per scoprire gli altri titoli e artisti ospiti, quindi, visto l’attuale perdurare del contingentamento degli accessi, a prenotare quanto prima.

Silvana Costa

  

Gli spettacoli andranno in scena:
Manifatture Teatrali Milanesi
Teatro Litta
corso Magenta, 24 – Milano
Teatro Leonardo
via Ampère, 1 – ang. piazza Leonardo da Vinci – Milano
www.mtmteatro.it

Stagione 2021 – 2022
MTM è città aperta

TEATRO LITTA
25-26 settembre
Hors 2021
Poesia azione pubblica


1 ottobre
Hors 2021
Console Wars
scrittura di Rodolfo Ciulla, Gabriel Favata
regia collettiva Fartagnan Teatro
Fartagnan Teatro

2 ottobre
Hors 2021
Due volte Tito – Sopravvivere alla tragedia
drammaturgia Francesca Mignemi, Eleonora Pari
regia Virginia Landi
Landi, Mignemi, Paris
con il sostengo di ERT- Emilia Romagna Teatro Fondazione

5-9 ottobre
Il gioco del mondo
liberamente ispirato agli scritti di Julio Cortazar
regia Antonio Syxty, Susanna Baccari
Manifatture Teatrali Milanesi

14-24 ottobre
La rivolta dei brutti
testo Filippo Renda
regia Stefano Cordella
Manifatture Teatrali Milanesi

26-31 ottobre
Confirmation
testo C. Thorpe
regia Claudio Autelli
Lab 121

2-7 novembre
Antigone
di Gianpaolo Pasqualino
Diapason

9-14 novembre
Elettra
di Giovanni Testori
regia Pasquale Marrazzo
Noi Film

18-28 novembre
Alcesti – una donna
da Euripide
drammaturgia e regia Filippo Renda
Manifatture Teatrali Milanesi

30 novembre-5 dicembre
Angelo Fausto Coppi
L’eroe nato contadino
di Sabina Maria Negri
con Nino Formicola
regia Lorenzo Loris
Culturale Blu

9-19 dicembre
Io, Moby Dick
liberamente ispirato a Moby Dick di Hermann Melville
progetto e regia Corrado d’Elia
Compagnia Corrado D’Elia

11 gennaio-6 febbraio al Teatro Out Off
Uno, nessuno, centomila
di Luigi Pirandello
adattamento Renato Gabrielli
regia Lorenzo Loris
Manifatture Teatrali Milanesi/Teatro Out Off

13-23 gennaio
Revolutionary Road
da Revolutionary Road di Richard Yates
di Renato Gabrielli
regia e disegno luci Fabrizio Visconti
Eccentrici Dadarò

26-30 gennaio
Farfalle
di e con Andrea Robbiano
Teatro del Rimbombo

da febbraio – La Cavallerizza
Le Milanesi
a cura di Filippo Crivelli
in collaborazione con Valeria Cavalli

1-6 febbraio
Not mine no more
Blue, solo per i tuoi occhi
coreografie e regia Susanna Baccari, Ivana Petito
Manifatture Teatrali Milanesi

10-13 febbraio La Cavallerizza
Il condominio
di e con Cinzia Spanò

10-13 febbraio
Vedi alla voce Alma
di Lorenzo Piccolo
regia Alessio Calciolari
Nina’s Drag Queens

9 febbraio
L’agenda – 19 luglio 1992
scritto e diretto da Giovanni Gentile
Italia dei Visionari
Collettivo TeatroPrisma

15-27 febbraio
L’uomo dal fiore in bocca
di Luigi Pirandello
regia Antonio Syxty
Manifatture Teatrali Milanesi

8-20 marzo
Mercurio
da Mercurio di Amélie Nothomb
progetto e regia Corrado d’Elia
Compagnia Corrado D’Elia

22 marzo-3 aprile
Decameron, una storia vera
progetto e regia Stefano Cordella
drammaturgia Filippo Renda
Manifatture Teatrali Milanesi, TrentoSpettacoli

8-10 aprile
Happy Hour
di Cristian Ceresoli
regia Simon Boberg
Produzioni Fuorivia, Frida Kahlo Productions, Teatro Metastasio, Teater Grob con Il Funaro, Carrozzerie n.o.t, Richard Jordan Productions

aprile 2022
Gestemani (terzo cammino)
Resurrezione
progetto di performance relazionale site-specific di Antonio Syxty
con la collaborazione di Susanna Baccari
Manifatture Teatrali Milanesi

3-4 maggio
La vita salva
di e con Silvia Frasson
Italia dei Visionari
Produzione Archetipo
in collaborazione con il Festival Montagne Racconta, Tedavi98

6-8 maggio
Sognando la Kamchatka
drammaturgia e regia Corrado Accordino
Compagnia Teatro Binario 7

11-15 maggio
Oblomov Show
testo di Dario Merlini
ideazione e regia Stefano Cordella
Oyes

27 giugno-9 luglio
Cyrano sulla luna
di Luca Chieregato
con Pietro De Pascalis
Manifatture Teatrali Milanesi

TEATRO LEONARDO
16 ottobre
Riding tristocomico
di e con Arianna Porcelli Safonov

22-31 ottobre
Io, Steve Jobs
progetto, drammaturgia e regia Corrado d’Elia
Compagnia Corrado D’Elia

2-7 novembre
Le allegre comari di Windsor
di William Shakespeare
adattamento Edoardo Erba

regia Serena Sinigaglia
Coproduzione Fondazione Teatro Napoli, Teatro Bellini, ATIR Teatro Ringhiera

11-14 novembre
Fine Famiglia
di Magdalena Barile
regia Aldo Cassano
Animanera

18 novembre
L’ultimo vecchio sulla terra
con Remo Remotti, Davide Toffolo
Rizzoli Lizard

24-28 novembre
Fuori misura
Il Leopardi come non ve l’ha mai raccontato nessuno
di Valeria Cavalli, Claudio Intropido
Manifatture Teatrali Milanesi

30 novembre-2 dicembre
Modern Family 1.0
drammaturgia Giovanna Donini, Annagaia Marchioro, Virginia Zini
Le Brugole

10-12 dicembre
Scateniamo l’inferno! 
di Valeria Cavalli, Claudio Intropido
Manifatture Teatrali Milanesi

17-31 dicembre
Gl’Innamorati – Il Musicarello
da Carlo Goldoni
regia Pietro De Pascalis
Manifatture Teatrali Milanesi

14-16 gennaio
ART
di Yasmina Reza
regia e scene Emanuele Conte
Fondazione Luzzati, Teatro della Tosse

21-23 gennaio
PapagHeno PapagHena
I pappagalli di Mozart
regia Rita Pelusio
PEM Habitat Teatrali

25-26 gennaio
Senza Famiglia
di Magdalena Barile
regia Marco Lorenzi
Il Mulino di Amleto

27-29 gennaio
De Andrè, la storia
Tributo a Fabrizio De André
direttore Emiliano Galigani
Stage 11

17-19 febbraio
Battisti, la storia
Tributo a Lucio Battisti
direttore Emiliano Galigani
Stage 11

22 febbraio
Moriremo tutti!
Storie di come abbiamo immaginato la fine del mondo
di Adrian Fartade

25-26 febbraio
La merda
di Cristian Ceresoli
con Silvia Gallerano
Frida Kahlo Productions

4 marzo-14 aprile
La cena dei cretini
di Francis Veber
regia Nino Formicola
Manifatture Teatrali Milanesi

26 aprile
Donne nell’esplorazione spaziale
di Adrian Fartade

27-29 aprile
Urlando furiosa
Un poema etico
scritto da Domenico Ferrari, Riccardo Piferi, Riccardo Pippa, Rita Pelusio
regia Riccardo Pippa
PEM Habitat Teatrali, Anna Marcato

4-6 maggio
ABBAdream
The ultimate Abba Tribute Show
Rockopera & Stage 11

10-12 maggio
Festival di divulgazione scientifica

26-29 maggio
Il Festival di Amleta
Amleta

Questa voce è stata pubblicata in 2021/22, eventi in corso, Milano, prosa&danza, Teatro Leonardo, Teatro Litta e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.