Non chiamiamolo Teatro per Ragazzi

giro del mondo in 80 giorniL’Associazione Teatrale Pistoiese e Teatro Sotterraneo presentano un nuovo episodio de Il giro del mondo in 80 giorni. Irresistibile elisir d’amore e avventura, dal 28 settembre al 2 ottobre, a Pistoia.

Il giro del mondo in 80 giorni sbarca alla Biblioteca San Giorgio a Pistoia. Esotico, affascinante, implacabile.
Trasporre il romanzo di Jules Verne a teatro è, di per sé, un’idea brillante. L’insolita avventura è stata pensata dalla Compagnia Teatro Sotterraneo, collettivo di menti e attori, bravi a creare “pezzi unici” – con tutte le minuscole imperfezioni degli oggetti non seriali.
Sara Bonaventura e Claudio Cirri diventano, a turno, i protagonisti di un’opera frizzante, narrata con realismo fumettistico, reso vivido e sfuggente dalla drammaturgia di Daniele Villa.
Suddiviso in quattro puntate (la prima è andata in scena a luglio), lo spettacolo si definisce reading ma è, in verità, performance racchiusa e, insieme, esplosiva; sottolineata dai suoni etnici del musicista Gennaro Scarpato, in scena live con un micro-cosmo di strumenti a percussione.
Lo stile è quello proprio di Teatro Sotterraneo: interattivo, imprevedibile, serrato – che amplifica il battito rocambolesco dell’originale letterario. Il ritmo comico è l’anima di questa seconda parte di viaggio: da Bombay – dove il miliardario Phileas Fogg salva la vita a una giovane fanciulla condannata a morte in un sanguinario rito induista – a Yokohama. Percorso non privo di gustosi imprevisti e ostacoli.
I due giovani attori recitano ispirati alla tecnica del cosiddetto straniamento brechtiano, smettendo di interpretare Phileas Fogg o Passepartout, e tornando a essere loro stessi, in un gioco che coglie alla sprovvista, e mostra la finzione quasi come un oggetto della scenografia. Quest’ultima è, fra l’altro, imitazione di un gigantesco gioco da tavola a forma di carta geografica, dove scorrono i destini dei personaggi e dei pianeti, dove gli spostamenti e gli accadimenti avvengono apparentemente a caso, a seconda della cartella “pescata” dagli interpreti (un po’ come al Monopoli). Le domande al pubblico si fanno pungenti, in questo episodio; così come il contatto fisico e visivo con gli attori, i leggeri gettiti d’acqua vaporizzata sulle nostre teste, i souvenir inaspettati e improvvisi, i calmanti giri musicali del mondo, che trasportano in terre oltre oceano.
L’immaginazione corre sempre più veloce, il tempo è capriccioso, il Teatro Sotterraneo diverte, il finale lascia, come sempre, a bocca aperta.
Prossima tappa: San Francisco.

Tessa Granato

giro del mondo in 80 giorni 2

Lo spettacolo continua:
Biblioteca San Giorgio 
via Sandro Pertini s.n. – Pistoia 
fino a giovedì 1° ottobre, ore 18.00 
venerdì 2 ottobre, ore 18.45
www.sangiorgio.comune.pistoia.it

Teatro Sotterraneo e Associazione Teatrale Pistoiese presentano:
Il giro del mondo in 80 giorni. 
Reading per due attori, musicisti vari e qualche colpo di scena
da Jules Verne
concept e regia Teatro Sotterraneo
in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri
adattamento Daniele Villa
musica dal vivo a cura della Fondazione Luigi Tronci
Gennaro Scarpato (percussioni)
allestimento e luci Associazione Teatrale Pistoiese
costumi Susanna Fabbrini
grafica Marco Smacchia
Teatro Sotterraneo fa parte del progetto Fies Factory ed è residente presso l’Associazione Teatrale Pistoiese
www.teatrosotterraneo.it
www.teatridipistoia.it

Share
Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, prosa&danza e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.