Pergine Spettacolo Aperto 2016

KALEIDER _ The Money40 anni splendidamente portati. Il Pergine Festival, dal 1 al 9 luglio, torna ad animare piazze, case private ed edifici storici con una serie di performance e spettacoli contemporanei, tra avanguardia e site-specific.

Alcuni tra i lavori presenti sono stati scelti fra i partecipanti al Bando Open/Creazione contemporanea 2016 – teso a produrre e a promuovere, a livello regionale e nazionale, opere che sperimentino nuovi linguaggi, stilemi e modalità di fruizione.
Una ricerca complessa sul passato, non tralasciando il presente; sui vissuti personali e collettivi; sull’eredità storica e le identità di genere. Il tutto in un tempo di profonda crisi sociale, economica, valoriale. Proposte per bambini ma, soprattutto, per adulti; da vivere all’aperto o in luoghi non propriamente teatrali, dove ciò che si è autonomamente conservato permette di recuperare un passato vissuto, raccontato o perfino ignoto.
Scendendo nel particolare, si segnalano molti spettacoli che guardano all’Europa e all’evoluzione, o involuzione, in atto – in un processo di allargamento che sembra preferire la quantità rispetto alla qualità. Dove la chiusura prevale sull’apertura, che pare rimanere appannaggio di merci e denaro.
Partiamo dallo spettacolo Tutorial, di Glen Çaçi, dove è la multiculturalità a essere portata in scena. Quella europea, in particolare. Il tema è l’immigrazione dai Paesi dell’Est, che ha portato culture e necessità di aggregazione e cittadinanza che non vogliono essere subalterne bensì partecipi. In Mad in Europe, di Angela Demattè, si assiste in diretta all’enunciazione della regressione in atto: la lingua unica (figlia anche di un unico sentire laico) diventa una chimera – in stile Torre di Babele; mentre tornano prepotentemente a imporsi le religioni in ambito decisionale, e le frontiere aperte si coprono di filo spinato.
In prima nazionale, Europa a domicilio (Home visit Europe) di Rimini Protokoll, nel quale si mescolano realtà e finzione e una molteplicità di linguaggi per un pubblico che sarà, di volta in volta, attore o spettatore – in un gioco/dibattito sull’Europa. Con riferimento al lavoro di Basaglia, va citato lo spettacolo Voice Off di Wurmkos-Museo Wunderkammer, che utilizza uno spazio aperto come luogo per instaurare un rapporto tra arte, attori e persone con disagio psichico, tutti coinvolti in questo lavoro collettivo. E, sempre outdoor, Carrousel, Scaffale itinerante di storie sospese, a cura di Teatro Carta e La Seggiolina Blu. Un esperimento per i più piccoli dove l’arte diventa momento d’incontro in una piazza appositamente allestita con libreria, sala giochi e spazio per la lettura – da usufruire in piena libertà. E ancora, il gioco/spettacolo di Generazione Disagio, Dopodiché stasera mi butto, nel quale il disagio diventa protagonista assoluto, sino alla tragica fine che spetta al vincitore – mentre il pubblico assiste e partecipa.
Da segnalare, infine, gli incontri con attori e Compagnie per discutere dei lavori presentati e non solo.
Un programma, quindi, per tutte le età, che coinvolgerà la cittadinanza di Pergine, rendendola partecipe, in prima persona, attraverso la riscoperta della memoria collettiva, e l’utilizzo delle case private e degli spazi pubblici, solitamente adibiti ad altro. Perché “tutto il mondo è un teatro”.

Luciano Uggè

KALEIDER _ The Money_T1_3067Home Visit foto thor brødreskift 4

Pergine Spettacolo Aperto 2016
Perfect Storm
da ven 1 a sab 9 luglio
Pergine Valsugana (Trento) – varie location
www.perginefestival.it

Il Programma:  
tutti i giorni, ore 21.00 e 21.30 – sab 2, dom 3 e sab 9 luglio, anche ore 17.00 e 17.30
Appartamenti privati
Europa a domicilio
(Home visit Europe)
di Rimini Protokoll (DE)

ven 1° luglio, ore 20.00, 21.00 e 22.00 – sab 2 luglio, ore 18.00, 20.00, 21.00 e 22.00
dom 3 luglio, ore 18.00, 20.00 e 21.00 – lun 4 luglio, ore 20.00 e 21.00
Ex Lanerie Dalsasso (partenza da piazza Municipio)
Macinante
di Circolo Bergman
da ven 1° a ven 8 luglio, ore 20.30

Piazza Fruet
Y-La variabile del calcio (torneo)
di Dynamis
sab 2 luglio, ore 21.00

Rimessa Carrozze
Fäk Fek Fik Le tre giovani
di Collettivo SCH
dom 3 luglio, ore 21.00

Teatro Comunale
Thanks for Vaselina
di Carrozzeria Orfeo

mar 5 luglio, ore 21.00
Teatro Don Bosco
Mad in Europe
di Angela Demattè

mer 6 luglio, ore 21.00
Rimessa Carrozze
Dopodiché stasera mi butto
di Generazione Disagio

mer 6 e gio 7 luglio, ore 20.00 e 21.30 – ven 8 e sab 9 luglio, ore 20.00, 21.30 e 23.00
Palazzo Hippoliti
XY Esperimenti di prossimità
di Manimotò
da dom 3 a mer 6 luglio, ore 20.00-23.00

Piazza Municipio
Mnemosyne
di Effetto Larsen / Mnemo Lab

gio 7 luglio, ore 20.00, 20.45, 21.30, 22.15
Teatro Comunale (sala espositiva)
Mnemosyne
di Effetto Larsen
performance e tour guidato

giov 7, ore 21.00 – ven 8, ore 18.00 e 21.00 – sab 9 luglio, ore 18.00
Palazzo Hippoliti
The Money
di Kaleider (UK)

ven 8 luglio, ore 17.00
Sala Maier
Gendrification
di Museo Wunderkammer
sab 9 luglio, ore 21.00

Piazza Municipio
Tutorial
di Glen Çaçi
 
INSTALLAZIONI
tutti i giorni, ore 18.00-23.00
Sala Maier
Voice Off
di Wurmkos-Museo Wunderkammer

tutti i giorni, ore 18.00-23.00
Piazza Municipio
Ex Voto
di Andrea Fontanari

BAMBINI
tutti i giorni, ore 18.00-22.00

Piazza Municipio
Carrousel
Scaffale itinerante di storie sospese

a cura di Teatro Carta e La Seggiolina Blu
(accesso libero)

Share
Questa voce è stata pubblicata in 2016, Pergine, Trento e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.