Spazio Avirex Tertulliano | Stagione 2017/18

tertullianoIl teatro, dopo le difficoltà delle ultime Stagioni, si presenta con una fitta programmazione che include ben otto nuove produzioni, in un tourbillon di giovani compagnie e graditi ritorni.

Il 19 ottobre si inaugura la Stagione 2017/18 dello Spazio Avirex Tertulliano: sino a giugno gli spettacoli si succederanno in serrata sequenza proponendo, tra le altre, sette prime nazionali, quattro prime milanesi e una sorpresa finale.
Due sono le nuove produzioni di Spazio Tertulliano che andranno in scena all’inizio del 2018, cui Giuseppe Scordio sta lavorando nella duplice veste di regista e attore. Si tratta di due straordinari ritratti di donne emarginate dalla società: la prima perché straniera e la seconda perché di costumi sessuali troppo liberi. Due donne, ME-DEA (15 febbraio/4 marzo) di Euripide e La Maria Brasca (10/27 maggio) – forse la prima grande opera teatrale di Giovanni Testori – che non si piegano al ruolo di vittime ma reagiscono, sebbene in maniera violenta ed eccessiva.
Ad aprire la Stagione, come ormai è diventata consuetudine da alcuni anni a questa parte, è il nuovo spettacolo in prima nazionale di Martino Corti: È tutto da vedere (19/29 ottobre 2017). È tutto da ridere è il nostro facile pronostico. I Monologhi Pop sono cresciuti, d’età e di numero: Martino Corti ora divide la scena – ma anche la stesura del testo e la regia – con Vanessa Korn per narrare la gioia, i progetti ma anche le paure di una coppia in attesa del primo figlio. La parte musicale è affidata, come sempre, a Luca Nobis.
Siamo curiosi di vedere Salomè (9/19 novembre) diretta da Luca Ligato. Due anni fa il giovane regista porta mirabilmente in scena After the end, un testo complesso di Dennis Kelly, giocato sul sottile confine che divide l’amore dalla violenza, la verità dalla menzogna, la vittima dal suo carnefice. La nuova sfida di Ligato, il dramma scritto da Oscar Wilde, spinge all’estremo il conflitto tra Eros e Thanatos, indagando le mille sfaccettature che l’amore può assumere, dalla pura devozione di Iokanaan verso il proprio Dio alla furia distruttrice di Salomè respinta, in un crescendo di lussuria e orrore. La seduzione, non più nella sua forma distruttrice ma nell’accezione di pulsione propositiva, è protagonista anche di CON-TACTO. Oltre il Tango (7/10 giugno) di  Paola Giacometti, Osvaldo Roldàn e Luca Gallina. Il tango, il ballo argentino praticato a Milano da un numero crescente di appassionati di ogni età, diviene in questa pièce metafora di una vita vissuta intensamente e l’abbraccio tra i danzatori va oltre il mero contatto fisico per alludere alla corrispondenza delle anime.
Un’altra ultima cena (12/14 gennaio), la nuova produzione della Compagnia Respira Forte e Cabriole, è ambientato nel 1944, nel ghetto ebraico della città ceca di Terezìn, tra i cineasti intenti a montare un nuovo film e gli attori invitati d’onore a una cena di gala. Nonostante l’esercito nazista sia alle porte – in barba alle promesse del Reich di riservare agli artisti un “trattamento speciale” – il lavoro non può essere sospeso perché il pubblico attende la pellicola e gli invitati non devono restare delusi: the show must go on nella speranza che arrivi la Liberazione e non il martirio. Aggrapparsi alla propria arte e, più in generale, alle proprie predisposizioni è un modo che ha permesso a molti ebrei di sopravvivere all’Olocausto nazista. Tra costoro annoveriamo anche Hertzko Haft che scopre nel pugilato la via per uscire vivo dal lager e, al termine del conflitto, per ricostruirsi una vita negli Stati Uniti dove tenta di strappare a Rocky Marciano il titolo mondiale dei pesi massimi. Hertzko è il protagonista de Il ring dell’inferno (26/28 gennaio), il dramma con cui la scorsa Stagione Teatro del Simposio ha toccato il cuore di pubblico e critica.
Ultima nuova produzione in Calendario è Friendzone (15/25 marzo), scritto e diretto da Jacopo M. Pagliari attingendo a piene mani dal mondo dei social. L’autore canzona con dovuto cinismo quelle amicizie virtuali che non riescono a concretizzarsi in una relazione nella vita reale. La tematica è tanto seria quanto attuale, l’invito a rapportarsi col prossimo dal vero e non per interposto media è concreto, quasi drammatico, eppure la pièce si annuncia divertente come non mai.
Tanti altri titoli completano una Stagione in grado di soddisfare le diverse inclinazioni del pubblico, da Futbol – Storie di calcio (19/21 gennaio) tratto dai racconti di Osvaldo Soriano a Scarpe! La più grande ossessione femminile mette piede in teatro (30 novembre/3 dicembre) di  Margò Volo, passando per le M.A.D. Mamme Adottive Disperate (8/11 marzo) che tanto hanno divertito nella scorsa Stagione.
Non è invece ancora inserita nel Calendario ufficiale la chicca prevista per giugno: Le notti bianche dal romanzo di Fedor Dostoevskij, diretto da Francesco Leschiera – artista da anni ospite fisso a Spazio Avirex Tertulliano – e interpretato da Giuseppe Scordio – direttore artistico del teatro. Un distillato di poesia che segna la nascita di un nuovo sodalizio creativo. Un racconto struggente, un storia lunga quattro notti durante le quali un sognatore e la giovane Nasten’ka mettono a nudo l’anima cullando un impellente  bisogno d’amore. Un sogno di una notte di inizio estate per congedarsi dal pubblico sino all’autunno.

Silvana Costa

salome_ligato

Gli spettacoli andranno in scena:
Spazio Avirex Tertulliano
via Tertulliano 70 – Milano

www.spazioavirextertulliano.it

Stagione 2017 – 2018
direzione artistica Giuseppe Scordio

19/29 ottobre 2017
È tutto da vedere
di e con Martino Corti e Vanessa Korn
chitarra, loop station e tutto il resto Luca Nobis
produzione Cimice
prima nazionale

9/19 novembre 2017
Salomè
di Oscar Wilde
con Valentina Mandruzzato, Nicole Guerzoni e Mauro Bernardi.
regia Luca Ligato
scenografia Giovanna Angeli
costumi Carla Goddi
responsabile di produzione e organizzazione Monica De Giuli
produzione Alraune Teatro
prima nazionale

30 novembre/3 dicembre 2017
Scarpe!
La più grande ossessione femminile mette piede in teatro
di  Margò Volo
con Margó Volo e Paola Giacometti
regia di  Enzo Iacchetti
produzione Teatrouvaille

14/17 dicembre 2017
Charles Baudelaire – Come i fiori
di Andrea Lietti
con Francesco Errico e Margherita Forte
regia Francesco Errico
produzione Compagnia PuntoTeatroStudio 2017

21 e 22 dicembre 2017
Il viaggio di Ecuba 
di Gianni Guardigli
con Isabella Giannone
musiche Pino Cangialosi
regia Francesco Branchetti
produzione Foxtrot Golf
prima milanese

12/14 gennaio 2018
Un’altra ultima cena
di Alessandro Mauri
con Alessio Contini, Chiara Marzetta e cast in via di definizione
regia Francesco Colosimo
produzione Compagnia Respira Forte e Cabriole
prima nazionale

19/21 gennaio 2018
Futbol – Storie di calcio
dai racconti di Osvaldo Soriano
scritto e diretto e interpretato da Luca Ramella
musica dal vivo Flavio Ricotti
con la partecipazione di Kirill Mezenok  campione italiano di free style
luci e video Davide Magnaghi
produzione In Scena Veritas

26/28 gennaio 2018
Il ring dell’inferno
liberamente ispirato a una storia vera
drammaturgia  Antonello Antinolfi e Giulia Pes
con Ettore Distasio, Giulia Pes, Ermanno Rovella
regia Francesco Leschiera
scene e costumi   Paola Ghiano e Francesco Leschiera
luci Luca Lombardi
elaborazioni sonore Antonello Antinolfi
scenografie Digitali Dora Visual Art
assistente regia Alessandro Macchi
produzione Teatro del Simposio

2/4 febbraio 2018
Il fiore del mio Genet
Spettacolo itinerante tra i bassifondi dell’anima
testo e regia Andrea Cramarossa
con Federico Gobbi e Domenico Piscopo
costumi e sartoria Silvia Cramarossa
maschere Luigia Bressan
produzione  Teatro delle Bambole
prima milanese

15 febbraio/4 marzo 2018
ME-DEA
da Euripide
adattamento e regia Giuseppe Scordio
con Giuseppe Scordio, Paola Roberti e con Paolo Grassi e cast in via di definizione
produzione Spazio Tertulliano
prima nazionale

8/11 marzo 2018
M.A.D. Mamme Adottive Disperate
di Tobia Rossi
liberamente ispirato all’omonimo libro di Mariagrazia La Rosa
con Paola Giacometti, Margò Volo e Dominique Evoli
regia Patricia Conti
produzione Teatrouvaille

15/25 marzo 2018
Friendzone
testo finalista al premio Hystrio  per le nuove drammaturgie di scena 2016
scritto e diretto da Jacopo M. Pagliari
con Andrea Bellacicco, Loris Fabiani e Matteo Ippolito
produzione  Nuuk Produzioni
prima nazionale

6/8 aprile 2018
I colori del vento
scritto, diretto ed interpretato da  Cristina Sarti
musicisti in scena : Sergio Montaleni (voce e chitarra), Gennaro Scarpato (batteria e percussioni), Albano Castrese (basso e contrabasso)
scenografia Aramis Fraino
prima milanese

26/29 aprile 2018
Alkestis 2.1
scritto e diretto da Johannes Bramante
con Lucia Bianchi, Alessandro Lussiana, Francesca Accardi
produzione Compagnia Coturno 15
prima milanese

10/27 maggio 2018
La Maria Brasca
di Giovanni Testori
con Giuseppe Scordio, Gianna Coletti e cast in via di definizione
regia Giuseppe Scordio
produzione Spazio Tertulliano
prima nazionale

7/10 giugno 2018
CON-TACTO
Oltre il Tango
progetto di  Paola Giacometti, Osvaldo Roldàn e Luca Gallina
regia Paola Giacometti
produzione Teatrouvaille
prima nazionale

giugno 2018
Le notti bianche
di Fedor Dostoevskij
elaborazione drammaturgica di Giuseppe Scordio
regia di Francesco Leschiera
con Giuseppe Scordio e cast in via di definizione
musicista Walter Bagnato
scene e costumi di Francesco Leschiera
produzione Spazio Avirex Tertulliano
prima nazionale

Share

I commenti sono chiusi.