Una nuova Stagione all’Elfo

Lo storico teatro milanese propone un Calendario fitto di appuntamenti con l’auspico che gesto e parola possano far germinare pensieri belli e delicati come fiori.

Estate, tempo di bilanci e di progetti prima di concedersi il meritato riposo. Teatro Elfo non si sottrae al rito e presenta a pubblico e stampa la Stagione 2018/19, forte delle migliaia di biglietti e abbonamenti venduti nell’anno appena concluso. I sipari del prestigioso teatro milanese, come ormai da tradizione, si alzano a fine settembre sulla rassegna internazionale di danza MILANOLTRE XXXII edizione e calano al termine di Nuove storie. Gli appuntamenti con gli autori emergenti e i gruppi indipendenti (20 maggio/21 giugno). In Calendario si contano una sessantina di titoli di cui 29 prodotti dallo stesso teatro, inclusi 9 spettacoli messi in scena in collaborazione con altri importanti partner, 13 novità e un importante riallestimento.
Le ospitalità permettono al pubblico di vedere al Teatro Elfo alcuni degli artisti più amati della scena italiana, impegnati in performance che spaziano dalla mitologia ai testi contemporanei, dalla poesia alla musica; da Gabriele Lavia che legge I ragazzi che si amano (7/12 maggio) di Prévert alla personale della Compagnia Carullo Minasi (26/31 marzo); dal dittico della Compagnia Vetrano Randisi (9/18 aprile) realizzato a partire dai testi del poeta siciliano Franco Scaldati al delirio del folle Luciano (21/26 maggio), l’ultima fatica di Danio Manfredini. Largo anche alla musica e alle biografie dei suoi protagonisti: Paolo Fresu si esibisce in Chet! (15/20 gennaio), incentrato sulla figura del musicista Chet Baker;  Moni Ovadia è il regista di  Mimí, da sud a sud sulle note di Domenico Modugno (10/14 giugno) con il polistrumentista Mario Incudine; Robert and Patty (24/26 ottobre) è il titolo della pièce dedicata alla grande amicizia tra Patty Smith e Robert Mapplethorpe.
Eterogenee sono anche le produzioni di Teatro Elfo che, dopo un anno e mezzo d’attesa, conclude la saga sulla storia dell’Afghanistan (23 ottobre/25 novembre). A febbraio 2017 è andato in scena Afghanistan: Il grande gioco in cui, attraverso grandi balzi tra i secoli, si rappresentano il tentativo di dominio britannico, i precari accordi tra le tribù per dar vita a uno Stato moderno, la monarchia, l’emancipazione femminile e l’assassinio nel 1996 dell’ultimo Presidente della Repubblica Democratica. Afghanistan: Enduring freedom parte dunque dalla salita al governo dei talebani e in cinque episodi inediti ripercorre gli ultimi vent’anni di vicende storiche e politiche afghane. Si analizzano gli errori di valutazione commessi dagli USA nella gestione dell’emergenza internazionale, il fallimento delle strategie di intervento delle ONG, la drammatica condizione delle donne prive di istruzione e diritti. Gli episodi della prima e della seconda serie verranno proposti al pubblico in sequenza, dando vita a un’intensa maratona zeppa di interrogativi cui nessuna istituzione sinora sembra sia stata capace di (pro)porre soluzioni efficaci.
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (5 dicembre/13 gennaio) è un’opera teatrale scritta da Simon Stephens ispirandosi al romanzo di Mark Haddon, diretta a quattro mani da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani. È la storia dolce-amara di Christopher, un ragazzino affetto da Sindrome di Asperger impegnato nella ricerca dell’assassino del cane della vicina. Alle indagini si intrecciano la scoperta della verità sulla madre defunta, un avventuroso viaggio verso Londra, una gara di matematica e la messa in discussione del rapporto con il padre. Azioni apparentemente banali che, compiute da un quindicenne con una simile patologia, assurgono a viaggio di formazione alla scoperta di sé e a ostinato tentativo di superare le barriere imposte dalla malattia.
Cristina Crippa a distanza di oltre dieci anni torna alla regia di Libri da ardere (26 ottobre/22 novembre) di Amélie Nothomb, con Elio De Capitani sempre impegnato nel ruolo del protagonista insieme ad Alessandro Bruni Ocaña e Carolina Cametti scelti per sostituire in questo nuovo allestimento rispettivamente Corrado Accordino ed Elena Russo Arman. Durante la guerra, in una città dell’Est Europa un illustre docente offre alloggio al proprio assistente universitario e alla sua fidanzata; insieme, per combattere il freddo, dopo aver bruciato nella stufa tutti gli oggetti possibili, decidono di sacrificare anche i libri della ricca biblioteca. Si scatena così tra i tre un acceso dibattito su cosa salvare dalle fiamme, consci che ogni singolo volume costituisca un pezzo insostituibile di storia e di cultura. Sul palcoscenico, in un contesto ove il freddo fisico si trasforma in progressivo raffreddamento della voglia di vita, si intrecciano numerose tematiche: l’orrore della guerra, il valore della memoria, i rapporti umani e il ruolo salvifico della letteratura.
Rosario Tedesco firma l’adattamento teatrale di Destinatario sconosciuto, il romanzo epistolare scritto nel 1938 da Katherine Kressmann-Taylor. Il dramma (11/23 dicembre) descrive l’evoluzione del rapporto tra Martin e Max, due amici ebrei statunitensi, in seguito al ritorno del primo in Germania. Nel vecchio continente, agli inizi degli anni Trenta, Martin assiste all’ascesa del Terzo Reich e si lascia affascinare da questo nuovo potere, abbandonando le posizioni liberali e democratiche per farsi nazista. Nel corso della rappresentazione le vicende private dei due amici si intrecciano con la Storia della Germania tra il 1932 e il 1936, rievocata dalle canzoni eseguite dal vivo dal coro di voci bianche del Conservatorio di Milano.
Luca Toracca presenta una coppia di spettacoli tratti dai testi di Alan Bennett, ironico cantore dei risvolti meno gradevoli della vita. Alla riproposizione di Una patatina nello zucchero (27 dicembre/6 gennaio) l’artista – uno dei fondatori del Teatro Elfo – affianca Aspettando il telegramma (8/20 gennaio), pièce in prima nazionale.
In Dedalo e Icaro (15 gennaio/3 febbraio) Tindaro Granata racconta la straordinaria esperienza di un padre che regala al figlio la possibilità di volare per uscire dal labirinto dell’autismo. Arturo Cirillo porta in scena un classico di Molière: La scuola delle mogli (26 febbraio/10 marzo), una commedia sull’amore non corrisposto, sospesa tra autobiografia e fantasia. Cinzia Spanò si ispira invece al caso di prostituzione minorile accaduto al quartiere Parioli di Roma per scrivere il monologo Tutto quello che volevo. Storia di una sentenza (2/19 maggio).
Francesco Frongia dirige La lingua langue. Una lezione del prof. Stravalcioni su come imparare l’italiano e vivere felici (20/25 novembre) e spiega: “Portando in teatro la grammatica proponiamo agli spettatori di tutte le età di divertirsi a giocare con le parole per imparare la potenza esplosiva del linguaggio. In scena un vero professore interpretato da Nicola Stravalaci con il suo consueto corredo di dizionari, grammatiche, quaderni, laptop, frustini, lavagna, lavagne luminose, video-proiettori, filmini, telefoni di ultima generazione, focaccine o mele (se a dieta), gessetti, stelle filanti e tubi lancia coriandoli. Una normale lezione di circa un’ora di cinquanta minuti”.
A tutte queste novità si aggiungono la ripresa dell’esilarante Sogno di una notte di mezza estate (15/31 marzo), di L’acrobata (14/31 marzo) e di La tempesta di Shakespeare (6/24 febbraio), un one-man show che vede Ferdinando Bruni calarsi nei panni del mago Prospero e muovere fantocci e figure animate. A febbraio va in scena all’Elfo Tamburi nella notte di Bertolt Brecht, diretto da Francesco Frongia, che lo scorso anno ha debuttato al Teatro dei Filodrammatici, mentre dal Teatro Franco Parenti approda Buon anno, ragazzi (5/17 febbraio) di Francesco Brandi, incentrato sulla dilagante incapacità di rapportarsi con le persone più vicine e, infine, a giugno è la volta della maratona di Carrozzeria Orfeo.
A Teatro Elfo anche nella prossima Stagione la creatività sarà di casa in molte sue forme: mentre nelle sale si alterneranno le performance, il foyer si farà nuovamente galleria per ospitare mostre a tema e i disegni di Ferdinando Bruni fungeranno da scenografie de Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. Si rinnova inoltre il connubio tra teatro e artisti di fama internazionale: per accompagnare la campagna di comunicazione  2018/19 si è scelta la raffinata composizione floreale di Kiki Smith. Touch, 2006 – yellow and rose, l’opera donata dalla pluripremiata artista statunitense ospite lo scorso anno alla Biennale Arte di Venezia, è un’efficace metafora del ciclo di vita di ogni realtà teatrale: i roseti curati con amore, nonostante i rigori dell’inverno, a ogni primavera tornano a riempirsi di fiori che inondano il giardino di profumo e colore, infondendo gioia in quanti assistono allo spettacolo

Silvana Costa

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Elfo
c.so Buenos Aires 33 – Milano
www.elfo.org

UNA NUOVA STAGIONE
27 settembre/14 ottobre
MILANOLTRE XXXII edizione

16/21 ottobre Elisabetta Pozzi
Una bestia sulla luna
di Richard Kalinoski
CTB, Teatro Due

17/22 ottobre
Animanera
M8 – prossima fermata Milano
 
23 ottobre/25 novembre
Afghanistan: Il grande gioco
Afghanistan: Enduring freedom
regia Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani
Teatro dell’Elfo, ERT fondazione

24/26 ottobre
Ida Marinelli, Angelo Di Genio
Robert and Patty (lettura)
di Emanuele Aldrovandi
regia Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo

26 ottobre/22 novembre
Elio De Capitani, Alessandro Bruni Ocaña, Carolina Cametti
Libri da ardere
di Amélie Nothomb
regia Cristina Crippa
Teatro dell’Elfo, La corte ospitale

30 ottobre/18 novembre
Cristina Crippa, Gabriele Calindri
Fuga in città sotto la luna
da Favola di Tommaso Landolfi
e da Il lupo mannaro di Boris Vian
Teatro dell’Elfo

20/25 novembre
Nicola Stravalaci
La lingua langue
di Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo

27 novembre/9 dicembre
Berardi Casolari
Amleto Take Away
Compagnia Berardi Casolari, Teatro dell’Elfo

27 novembre/2 dicembre
Gigi Gherzi
Il paese che non c’è
Ura Teatro

5 dicembre/13 gennaio
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
di Simon Stephens, dal romanzo di Mark Haddon
regia Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani
Teatro dell’Elfo, Teatro Stabile di Torino

11/16 dicembre
Giuseppe Sartori
28 battiti
di Roberto Scarpetti
Teatro di Roma

11/23 dicembre
Rosario Tedesco, Nicola Bortolotti
Destinatario sconosciuto
di Katherine Kressmann-Taylor
regia Rosario Tedesco
Teatro dell’Elfo

27 dicembre/6 gennaio
Luca Toracca
Una patatina nello zucchero
di Alan Bennett
Teatro dell’Elfo

8/20 gennaio
Luca Toracca
Aspettando il telegramma
di Alan Bennett
Teatro dell’Elfo

15/20 gennaio
Chet!
di Leo Muscato, Laura Perini
musiche originali eseguite da vivo da Paolo Fresu
Teatro Stabile di Bolzano

15 gennaio/3 febbraio
Dedalo e Icaro
di Tindaro Granata
regia Giacomo Ferraù e Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo, Eco di fondo

22/27 gennaio
Antigone
di Sofocle
regia Gigi Dall’Aglio
Atir

24 gennaio/10 febbraio
Bebo Storti
Mai morti
uno spettacolo di Renato Sarti
Teatro dell’Elfo, Teatro della Cooperativa

29 gennaio/3 febbraio
Claudio Casadio, Andrea Paolotti, Brenno Placido
La classe
di Vincenzo Manna
Accademia perduta Romagna Teatri,
Società per attori, Goldenart production

5/17 febbraio
Buon anno, ragazzi
di Francesco Brandi
regia Raphael Tobia Vogel
Teatro Franco Parenti

6/24 febbraio
Ferdinando Bruni
La tempesta di Shakespeare
uno spettacolo di Ferdinando Bruni
e Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo 

12/17 febbraio
TRIEB_L’indagine
testi di C. Ameglio, M. Bonadei
Fattoria Vittadini, Scarlattine Progetti

19/24 febbraio
Nicola Russo, Sandra Toffolatti
Io lavoro per la morte
uno spettacolo di Nicola Russo
Monstera

25 febbraio/10 marzo
Tamburi nella notte
di Bertolt Brecht
regia Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo, Teatro Filodrammatici

26 febbraio/10 marzo
Arturo Cirillo, Valentina Picello
La scuola delle mogli
di Molière
Marche Teatro, Teatro dell’Elfo,
Teatro Stabile di Napoli

26 febbraio/3 marzo
Ogni bellissima cosa
di Duncan Macmillian
regia Monica Nappo
Nutrimenti terrestri

5/10 marzo
The Baby Walk
Trilogia sull’identità
Peter Pan guarda sotto le gonne (5/6 marzo)
Stabat mater (7/8 marzo)
Un eschimese in Amazzonia (9/10 marzo)
ideazione, testi e regia di Liv Ferracchiati
Teatro Stabile dell’Umbria

14/31 marzo
Cristina Crippa, Alessandro Bruni Ocaña
L’acrobata
di Laura Forti
uno spettacolo di Elio De Capitani
Teatro dell’Elfo

15/31 marzo
Sogno di una notte di mezza estate
di William Shakespeare
regia Elio De Capitani
Teatro dell’Elfo

19/24 marzo
Isabel Green
di Emanuele Aldovrandi
regia Serenza Sinigaglia
Atir

26/31 marzo
Compagnia Carullo Minasi
De revolutionibus (26/27 marzo)
Due passi sono (28/29 marzo)
Delirio Bizzarro (30/31 marzo)

2/7 aprile
Il senso della vita di Emma
uno spettacolo di Fausto Paravidino
Teatro stabile di Bolzano

2/7 aprile
Amadio/Fornasari
La scuola delle scimmie
uno spettacolo di Bruno Fornasari
Teatro Filodrammatici

2/7 aprile
Il regno profondo. Perché sei qui?
di Claudia Castellucci
regia vocale Chiara Guidi
Societas

9/18 aprile
Vetrano e Randisi
Totò e Vicè (9/14 aprile)
Ombre folli (12/18 aprile)
Le tre corde, Compagnia Vetrano Randisi

9/14 aprile
Un quaderno per l’inverno
di Armando Pirozzi
uno spettacolo di Massimiliano Civica
Teatro Metastasio

2/5 maggio
Leonardo, che genio!
uno spettacolo pop up di e con Elena Russo Arman
Teatro dell’Elfo

2/19 maggio
Tutto quello che volevo
Storia di una sentenza
di e con Cinzia Spanò
regia Roberto Recchia
Teatro dell’Elfo

7/12 maggio
Gabriele Lavia
I ragazzi che si amano
da Jacques Prévert
Fondazione Teatro della Toscana

7/12 maggio
Settimo Cielo
di Caryl Churchill
regia Giorgina Pi
Teatro di Roma

14/19 maggio
Lear, schiavo d’amore
di Marco Isidori da Shakespeare
Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa
Teatro Stabile di Torino

20 maggio/21 giugno
Nuove storie
Gli appuntamenti con gli autori emergenti
e i gruppi indipendenti
21 – 26 maggio
Danio Manfredini
Luciano
La Corte Ospitale, Ass. Gli Scarti

3/7 giugno
Ferdinando Bruni
Una serie di stravaganti vicende
omaggio a Edgar Allan Poe
di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo

4/7 giugno
ReProduction
regia Giuseppe Isgrò
Phoebe Zeitgeist

10/14 giugno
Mario Incudine
Mimí
di Sabrina Petyx
regia Moni Ovadia, Giuseppe Cutino
Corvino produzioni

17 giugno/5 luglio
Carrozzeria Orfeo
Cous Cous Klan (17/21 giugno)
Animali da bar (24/28 giugno)
Thanks for vaselina (1/5 luglio)
Teatro dell’Elfo, Teatro Eliseo, Marche Teatro

17/28 giugno
L’avversario
di Emmanuel Carrère
lettura scenica di Invisibile Kollettivo
Teatro dell’Elfo

Share
Questa voce è stata pubblicata in 2018, 2019, eventi in corso, festival&stagioni, Teatro Elfo Puccini e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.