Apparizioni d’arte

sgarlata-massimo-la-mela-2Il Monastero benedettino di Cairate si presta quale straordinario scenario per le Apparizioni d’arte selezionate dalla critica Fabrizia Buzio Negri.

Nel Medioevo i Comuni dell’Italia settentrionale si riuniscono nella Lega Lombarda per contrastare le mire espansionistiche del Sacro Romano Impero e salvaguardare la propria libertà. Leggenda vuole che nel 1176 l’Imperatore Federico Barbarossa trascorra la notte antecedente la decisiva battaglia di Legnano – conclusasi per le truppe germaniche in una disfatta – nella foresteria del Monastero di Cairate.
Oggi, a distanza di secoli, l’imponente complesso monumentale benedettino fa da sfondo alle gesta di un talentuoso gruppo di artisti, invitati da Fabrizia Buzio Negri a dar vita a un’eterogenea collettiva capace di conquistare il cuore e la mente del pubblico in visita. Opere eteree come Apparizioni che si valorizzano vicendevolmente componendosi tra loro come le parole in una poesia, come i colori in un arcobaleno, come le pennellate su una tela o come i Comuni contro il Barbarossa.
Pierangela Cattini, Mirko Cervini, Giorgio Gessi, Martina Goetze e Massimo Sgarlata – gli autori dei lavori in mostra – si divertono a spaziare attraverso le tecniche e gli stili dell’arte figurativa, dalla pittura al collage all’incisione su vetro; dall’Iperrealismo al Surrealismo includendo raffinati richiami al Liberty. La forte personalità di ciascun artista rende affascinante ogni singola creazione eppure è il loro sapiente accostamento il detonatore per l’entusiasmo del pubblico che potrà divertirsi a vedere richiami e dissonanze tra le diverse opere.
La mostra d’arte, intitolata evocativamente Apparizioni, è curata dalla Fabrizia Buzio Negri – firma amata di Artalks per le sue recensioni lievi nei toni ma puntuali nell’analisi critica – che così descrive le peculiarità di ciascun artista:
Pierangela Cattini – un fantastico mondo di donne dalla surrealtà
Mirko Cervini – libera sperimentazione dell’assoluto meditativo
Giorgio Gessi – maestria e incanti dell’incisione su vetro
Martina Goetze – collage e colore: energia pura al femminile
Massimo Sgarlata – abbagliante e vitale l’iperrealismo naturalistico”.
L’esposizione, a ingresso gratuito, è aperta il secondo e il terzo fine settimana di settembre. L’occasione è ghiotta per associare la scoperta di nuovi artisti alla contemplazione estasiata di uno dei più importanti monasteri di epoca romanica medioevale del Nord Italia, da poco restaurato e restituito all’antico splendore. La severa architettura fortificata del Monastero di Cairate inoltre racchiude, come uno scrigno tesori che vanno dai reperti di epoca romana e longobarda a cicli di affreschi tra cui l’Assunzione della Vergine (1560) opera di Aurelio Luini.

Silvana Costa

cattini-pierangela-reginasgarlata-massimo-la-mela

La mostra avrà luogo:
Monastero di Cairate

via Monastero – Cairate, VA
settembre 2017: sabato 9, domenica 10 e sabato 16, domenica 17.
orari: sabato 14.00 – 18.00; domenica 10.00 – 12.00 e 14.00 – 18.00
ingresso libero
vernissage: sabato 9 settembre alle ore 16 – cocktail
www.monasterodicairate.it

Apparizioni
a cura di Fabrizia Buzio Negri
con Pierangela Cattini, Mirko Cervini, Giorgio Gessi, Martina Goetze, Massimo Sgarlata
www.buzionegri.it

 

Share

I commenti sono chiusi.