Ambra & Barbara

Ambra Senatore e Barbara Mavro Thalassitis, coreografe visionarie e ballerine di indiscusso talento sono le protagoniste di due degli spettacoli andati in scena domenica 20 luglio nella suggestiva sede del Castello di Aglié.

“Le Residenze della Casa Reale dei Savoia presenti in Torino e dintorni, costituiscono una perfetta esemplificazione dell’architettura monumentale europea del XVII e XVIII secolo e con il loro stile, dimensioni e spazio, mostrano in termini materiali la dottrina della monarchia assoluta.” Questa la motivazione con cui UNESCO, nel 1997, ha inserito la rete formata da palazzi di rappresentanza, castelli di caccia e giardini di delizie appartenenti alla famiglia Savoia nell’elenco dei beni Patrimonio dell’Umanità. Il progetto di Teatro a Corte nasce per valorizzare ulteriormente questo complesso di edifici dalla straordinaria bellezza,  trasformandoli in maestosi palcoscenici su cui si esibiscono artisti di spettacolo dal vivo, talvolta lasciandosi ispirare per dar vita ad esclusive creazione in situ.
È questo il caso di In piccolo, lo spettacolo ideato da Ambra Senatore, coreografa visionaria e raffinata, per il teatro di corte di Agliè, un piccolo, meraviglioso spazio, fornito di scenari dipinti, macchine e tutti gli strumenti dell’illusionismo teatrale del primo Ottocento, realizzato da Michele Borda di Saluzzo su incarico del re Carlo Felice. Protagonista assoluto dell’apparato decorativo è il sipario su cui Luigi Vacca ha rappresentato La leggenda di Orfeo ed Euridice. Per ragioni di conservazione, oggigiorno, non è assolutamente possibile alzare il telo e rendere il palcoscenico utilizzabile nella sua interezza ma, per nulla intimorita da questo pesante vincolo, Ambra Senatore ha dato vita ad una delle esibizioni più singolari di questo primo weekend del Festival. Con la lievità di un folletto dispettoso, l’artista si muove davanti al dipinto con incantata meraviglia, divertendosi a imitare le pose dei personaggi ritratti e, al contempo, raccontando la storia degli sfortunati amanti. La presenza in sala di un numero molto limitato di spettatori consente alla Senatore di instaurare un dialogo con il pubblico, coinvolgendolo attivamente nello spettacolo. In piccolo si rivela così un’equilibrata commistione tra il physical theatre, la mimicae la danza, tra un intenso assolo ed un inconsapevole spettacolo collettivo, dando vita ad un’ironica esperienza creativa, resa indimenticabile dalla perfetta commistione tra contesto e contenuti. Come la triste sorte di Euridice ci insegna, giunti al termine della rappresentazione, ci allontaniamo dal teatrino  senza girarci indietro, illudendoci che Ambra Senatore continui a danzare sulle lievi note suonate da Orfeo con la cetra, deliziando i protagonisti della scena bucolica dipinta da Vacca.
 
PicniK/Object III, il secondo spettacolo di danza andato in scena domenica 20 luglio nell’incantevole Castello di Aglié, ha molti tratti in comune con il precedente. L’aspetto principale – e forse più semplicistico – risiede nell’impronta tutta femminile conferita alla perfomance da Barbara Mavro Thalassitis, artista di origini francesi, da anni trapiantata a Bruxelles, che vanta una formazione internazionale di ampio respiro. Le storie concepite, coreografate e danzate dalla Mavro Thalassitis con la compagnia Roberta DC (Dance Cie) da anni riscuotono ampi consensi sia da parte del pubblico che della critica per la forte dose di ironia, humor e visionarietà che le contraddistinguono.
Come già aveva fatto Édouard Manet nel 1963 dipingendo Le déjeuner sur l’herbe, la coppia formata da Barbara Mavro Thalassitis e Denis Robert ci racconta di una colazione sull’erba sui genereis, in cui la natura si mischia con l’arte, gli stereotipi con la trasgressione, la realtà con la fantasia. Il maltempo incombente ha indotto gli organizzatori a trasferire il PicniK dal parco al grande atrio d’ingresso decorato con gli stucchi del Bolina dedicati all’arte venatoria, facendo accomodare il pubblico su una miriade di cuscini distribuiti sul pavimento. L’effetto che ne è derivato è stato davvero bizzarro per lo stridente contrasto tra i bizzarri personaggi in scena ed i compassati ritratti dei membri della famiglia Savoia che osservavano dall’alto delle tele appese nella sala, rendendo il tutto ancor più surreale.
In PicniK / Object III – presentato a Teatro a Corte in prima nazionale – l’ancestrale binomio tra cibo e passione amorosa trova una surreale messa in scena con epilogo grottesco. Scenografie e costumi, ideati dalla stessa Mavro Thalassitis, con i loro colori sgargianti, sembrano usciti dalla matita di un disegnatore di fumetti, arte di cui i belgi sono indiscussi maestri. Seduto tra simpatici animaletti in gesso, il pubblico, come si trovasse davanti ad un documentario, osserva divertito il rituale di accoppiamento tra uomo e donna: l’individuazione del compagno, l’approccio più o meno maldestro, l’amplesso (in cui davvero poco è) lasciato all’allusione e, complice la borsa capiente ben fornita di cibarie e salse varie, il travolgente desiderio di mangiarsi a vicenda. Come dinnanzi ad un filmato, le scene più significative sono mostrate al rallentatore per cogliere ogni dettaglio del movimento; ogni smorfia del volto è enfatizzata grazie alle sorprendenti doti mimiche dei danzatori. L’emozionante rivisitazione di Luc Vertige del brano Perfect Day di Lou Reed – un tributo al musicista scomparso il 27 ottobre 2013 – fa da sottofondo alla parte conclusiva della perfomance quasi, amaramente, a sottolineare come anche un fugace incontro sul prato, a prescindere da come si concluda, possa costituire un efficace anestetico alla solitudine degli individui in questa epoca moderna.

Silvana Costa

Gli spettacoli sono andati in scena:
Castello di Aglié
piazza Castello, 1 – Agliè, Torino
domenica 20 luglio 2014 – ore 17.30
www.teatroacorte.it
http://www.beniarchitettonicipiemonte.it/sbappto/4-luoghi-della-cultura/37-castello-di-aglie

In piccolo
Ambra Senatore – Italia 
di e con Ambra Senatore
con l’assistenza di Marta Belforte
produzione Aldes
durata 10 minuti
creazione in situ
www.ambrasenatore.com

PicniK / Object III
Roberta DC – Belgio
coreografia Barbara Mavro Thalassitis
ideazione Barbara Mavro Thalassitis e Erwin Wauters
costumi Barbara Mavro Thalassitis
interpreti Barbara Mavro Thalassitis e Denis Robert
musica e sound design Luc Vertige
il brano Perfect Day di Lou Reed è reinterpretato da Luc Vertige che si occupa anche di direzione musicale, arrangiamenti, percussioni e tastiere – Sonia Rekis alla fisarmonica, Arnaud Jules al pianoforte, Nicolas Deutsh al contrabbasso
canto Barbara Mavro Thalassitis, Luc Vertige
produzione Roberta DC
coproduzione Festival Les Tombées de la Nuit, Festival Itinérance – Ville de Poitiers, Charleroi Danses, Les Brigittines
durata 30 minuti
prima nazionale
www.facebook.com/robertadancecie
 

Gli appuntamenti sino a domenica 3 agosto:
http://www.artalks.net/teatro-a-corte/#more-2321

Share
Questa voce è stata pubblicata in 2014, Agliè e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.