fACTORy32|Stagione 2021/22

Prosa contemporanea e drammaturgie inedite, compagnie affermate e giovani autori sono gli ingredienti chiave del programma per la nuova Stagione di fACTORy 32.

Giovedì 23 settembre Valentina Pescetto ha presentato gli spettacoli in cartellone da ottobre a giugno 2022 a fACTORy 32, il teatro da lei fondato nel 2018. Sei delle dieci opere in programma erano previste nelle precedenti Stagioni, interrotte bruscamente allo scoppio della pandemia. Nel mentre, nonostante fosse preclusa la possibilità di accedere alla sala in via Watt 32, la direzione ha escogitato altre vie per raggiungere il pubblico, vuoi con una Stagione estiva nel parcheggio antistante, vuoi proponendo una ricca scelta di corsi on-line. fACTORy 32 ha inoltre bandito con PaT – Passi Teatrali un concorso di drammaturgia per autori under 35 e dal 3 al 5 giugno 2022 ospita la messa in scena del testo proclamato vincitore: Discorsi Senza Punto Mentre La Verità Ciao di Aureliano Delisi e Rodolfo Ciulla, già insignito del premio Shakespeare is now a Bergamo e finalista a Drammi di forza maggiore promosso dalla compagnia DoveComeQuando.
Dario Merlini – co-fondatore della Compagnia Óyes, una delle realtà al momento più interessanti della piazza milanese – è presente a fACTORy 32 con due spettacoli da lui scritti e diretti. Il primo, Tabù (22/24 ottobre) cui spetta l’onore/onere di inaugurare la Stagione 2021/22, lo vede coinvolto anche come interprete al fianco di Monica Faggiani e Francesca Verga. Merlini, cinico e un po’ cattivo, racconta come la coppia di innamorati protagonista dello spettacolo non tema di esporre al pubblico imperfezioni e convinzioni, anche a costo di contravvenire alle convenzioni sociali discorrendo con fare dissacrante di temi importanti quali: morte, malattia e depressione.
Nel secondo Daniele Crasti e Dario Sansalone vestono i panni di due fratelli, un politico rampante e un ex tossicodipendente, che si affrontano per diventare Il preferito (18/20 marzo) del padre morente e della donna da cui entrambi sono attratti. Essi devono tuttavia agire all’unisono per preservare l’onore della famiglia, impedendo trapelino segreti e malefatte di un passato ingombrante.
Le scelte di regia adottate da Emanuela Bonetti per Venere in pelliccia (12/14 novembre) sono volte a porre l’accento più sulle pulsioni che muovono i protagonisti che sulle azioni che ne conseguono. Il testo di Leopold von Sacher-Masoch, pubblicato per la prima volta nel 1870, turba profondamente i perbenisti borghesi dell’epoca sollevando il sipario che sino ad allora aveva protetto da occhi indiscreti le complesse relazioni che nel privato regolano i meccanismi di coppia. In scena Manila Barbati e Martino Palmisano.
In vista delle festività, CDM – Compagnia del Musical, nata da ex allievi di SDM – Scuola del Musical di Milano, sta mettendo a punto la serie di Corti di Natale (10/12 dicembre) che si svilupperanno intorno all’albero di Natale posto al centro della scena. Una questione di famiglia, Last Christmas, Christmas Apocalypse Zombie, Qui non nevica a Natale e Meglio non dire sono i titoli dei corti in programma, ciascuno della lunghezza massima di 15 minuti, alternati da piccoli interventi musicali, sempre a tema natalizio, eseguiti da studenti di SDM diretti dal maestro Giacomo Buccheri.
fACTORY 32 fa da apripista alle iniziative per la Giornata della Memoria con Giochi di carta (21/23 gennaio). È questo il terzo capitolo della trilogia dedicata da Teatro del Simposio a noti esponenti del mondo dello sport vittime della follia nazista. Dopo le vicende del pugile Hertzko Haft e dell’allenatore Arpad Weisz ora raccontano come il calciatore Matthias Sindelar, per amore della compagna e per coerenza morale, abbia rinunciato a fama e privilegi connessi ai successi sportivi. La drammaturgia è a firma di Luca Pasquinelli, la regia di Francesco Leschiera mentre in scena sono impegnati Ettore Distasio, Mauro Negri e Andrea Magnelli.
The ridere (18/20 febbraio) è una pièce nata nel 2018 con l’intento di indagare i meccanismi che scattano all’interno delle coppie di comici quando l’intesa si incrina. Il destino con il trascorrere degli anni si è fatto beffa di Salvatore Aronica e Stefano Barra, trasformando in realtà la situazione su cui scherzano in scena. La coppia è scoppiata, Davide Calgaro ha sostituito Barra mentre Aronica, che taglia i testi in funzione degli interpreti, ha aggiornato The ridere facendo riferimento al nuovo compagno di lavoro e alle recenti vicende.
Il Piccolo Principe …l’essenziale (4/6 marzo) è il terzo spettacolo nato dalla collaborazione tra Carlo Decio e Mario Gonzalez, due artisti accomunati da un percorso che spazia dal teatro di figura a quello di prosa. Decio una volta ancora sfrutta la sua straordinaria abilità vocale per interpretare tutti i personaggi della storia. La riduzione teatrale del racconto di Saint-Exupéry, tra tante possibili chiavi di lettura, enfatizza il confronto tra il mondo degli adulti e quello dei bambini nell’individuare quali siano le cose davvero importanti nella vita.
Nick Russo dirige Beatrice Gattai, Gledis Cinque, Giacomo Bottoni, Andrea Pellizzoni e Filippo Tirabassi in Cafards. Il buio dopo l’alba (8/10 aprile), la sua opera prima. La vicenda si svolge in una villa affacciata sul mare dove trovano rifugio cinque personaggi; uno reca una vistosa ferita da arma da fuoco. La paura ne muove le azioni e mette in discussione rapporti e certezze tra loro al punto che il pubblico in sala diventa l’unico interlocutore sicuro cui confidare sospetti e strategie per ridurre all’impotenza quanti si credono nemici, in un crescendo di angoscia che non può portare ad altro che non sia l’autodistruzione.
Enrico Ballardini, confinato tra le mura domestiche, durante il lockdown riscopre il piacere di fantasticare di emozionanti avventure e – ispirato a guisa di novello Salgari – rimette mano ad Accordo di mare. Il viaggio che abbiamo in comune (6/8 maggio), lo spettacolo che avrebbe dovuto chiudere la Stagione precedente di fACTORy 32. L’originario monologo si evolve in un dialogo in riva al mare tra un anziano signore e il suo accompagnatore: parlano di un viaggio, forse l’ultimo. Il dialogo è in rima poiché concepito come una lunga canzone accompagnata dalla fisarmonica di Riccardo Dell’Orfano protagonista con Ballardini di Accordo di mare.
Appuntamento a fACTORy 32.

Silvana Costa

Gli spettacoli andranno in scena:
fACTORy32
via Watt 32 – Milano
www.factory32.it
 
Stagione 2021 – 2022
BELIEVE IN THEATRE

22-24 ottobre
Tabù
di Dario Merlini
con Monica Faggiani, Francesca Verga, Dario Merlini
regia Dario Merlini
produzione Merlini/Faggiani

12-14 novembre
Venere in pelliccia
di Leopold von Sacher-Masoch
con Manila Barbati, Martino Palmisano
regia Emanuela Bonetti
produzione Baroni Rampanti

10-12 dicembre
Corti di Natale
direttore musicale Giacomo Buccheri
produzione CDM – Compagnia del musical

21-23 gennaio
Giochi di carta
di Luca Pasquinelli
con Ettore Distasio, Mauro Negri, Andrea Magnelli
regia di Francesco Leschiera
produzione Teatro del Simposio

18-20 febbraio
The ridere
di Salvatore Aronica
con Salvatore Aronica, Davide Calgaro
regia Salvatore Aronica, Daniele Turconi
produzione Aronica/Barra

4-6 marzo
Il Piccolo Principe …l’essenziale
tratto da Il Piccolo Principe di Saint-Exupéry
con Carlo Decio
regia Mario Gonzalez
produzione Teatro de gli Incamminati
 
18-20 marzo
Il preferito
di Dario Merlini
con Daniele Crasti, Dario Sansalone
regia Dario Merlini
produzione Compagnia Óyes
 
8-10 aprile
Cafards
Il buio dopo l’alba
scritto e diretto da Nick Russo
con Beatrice Gattai, Gledis Cinque, Giacomo Bottoni, Andrea Pellizzoni, Filippo Tirabassi
produzione PaT – Passi Teatrali
 
6-8 maggio
Accordo di mare
testi e canzoni di Enrico Ballardini
con Enrico Ballardini, Riccardo Dell’Orfano
produzione Odemà

3-5 giugno
Vincitore premio drammaturgia
vincitore Discorsi Senza Punto Mentre La Verità Ciao
con cast in via di definizione
produzione PaT – Passi Teatrali

Questa voce è stata pubblicata in 2021/22, eventi in corso, fACTORy32, Milano, prosa&danza e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.