Teatro Elfo Puccini | Stagione 2016/17

Elfo_2016 2La Stagione è dedicata a Paolo Poli, scomparso lo scorso 25 marzo, un artista che aveva eletto l’Elfo Puccini a sua ideale casa milanese.

Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani hanno presentato il fitto Calendario di spettacoli che si succederanno, a partire da ottobre, sui palcoscenici del celebre teatro che, da oggi, vanta un nuovo logo creato da Mimmo Palladino. Nove sono le nuove produzioni: la prima ad andare in scena è Orphans (12-30 ottobre), realizzata in collaborazione con Marche Teatro, un dramma famigliare dove si respira la tensione per i segreti celati da ogni singolo personaggio. A seguire, nell’anno in cui ricorre il quattrocentenario della morte di Shakespaere, è in programma Otello (20 ottobre-13 novembre), diretto a quattro mani da Elio De Capitani – anche in scena nei panni del Moro di Venezia – e dalla giovane Lisa Ferlazzo Natoli. I registi vogliono proporre una lettura del testo in grado di enfatizzare la straordinaria modernità del pensiero shakespeariano, rivoluzionario nella concezione del ruolo della donna e del rapporto tra le razze.
Un trio di attrici eccezionali – Ida Marinelli, Elena Ghiaurov e Cinzia Spanò – è protagonista di L’eclisse (15 novembre – 4 dicembre), seconda parte del dittico Nel buio dell’America, scritto da Joyce Carol Oates, di cui il regista Francesco Frongia aveva già diretto il primo testo: Dissonanze. Il dramma descrive il rapporto tra una figlia e la madre cui si sta progressivamente oscurando la mente. È una storia tragica, eppure sferzata da uno strano umorismo ed animata dalla presenza di strani personaggi.
Dopo il successo della lettura dello scorso anno de Il fantasma di Canterville, Ferdinando Bruni torna con Il racconto di Natale (29 novembre–11 dicembre) di Charles Dickens per poi affrontare Finché esista il sole della mia ragione ( 2–21 maggio), un viaggio nel lato oscuro della mente composto da Edgar Allan Poe. La letteratura è stimolo di fatti teatrali anche per Elena Russo Arman alle prese con The Juniper Tree (3–21 maggio), una delle fiabe più sinistre dei fratelli Grimm, e di Fuga in città sotto la luna (5-16 giugno), uno spettacolo incentrato sul tema dell’“incarnarsi nel punto di vista altro”. In questo caso in animali che dimostrano come, a livello di ferocia, la peggior incarnazione possibile sia in un uomo.
Grande attesa infine per Afghanistan: il grande gioco (17 gennaio-5 febbraio), la trasposizione italiana di un progetto del Tricycle Theatre di Londra, teatro a forte vocazione politica. Nel 2009 il Tricycle Theatre aveva commissionato a una decina di autori testi che avessero come oggetto il rapporto tra occidente e Afghanistan, a partire dalla prima invasione di quelle terre da parte dell’impero britannico nel 1838 fino ai giorni nostri. A gennaio, a Milano, si potrà assistere alla messinscena dei primi quattro testi.

A fianco delle nuove produzioni è prevista un’altrettanto ricca selezione di riproposizioni, a iniziare dall’ormai classico Sogno di una notte di mezza estate (22 novembre-4 dicembre), in un allestimento profondamente rinnovato nel gruppo di interpreti visto che De Capitani e Bruni lasciano i ruoli rispettivamente di Bottom e Oberon per “raggiunti limiti d’età”, come loro stessi amano dire. Le sorti di questo spettacolo si intrecciano con la proposta fatta da OperaLombardia a De Capitani e Bruni di dirigere A Midsummer Night’s Dream, opera in tre atti con la musica di Benjamin Britten, eseguita dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali. In Calendario ci sono altre due produzioni ispirate al genio del Bardo di Stratford-upon-Avon, entrambe dirette da Elena Russo Arman:  Dove sei, o musa (8-20 novembre) e Shakespeare a merenda (22-27 novembre).
A Natale torna in scena Alice Underground (13 – 22 dicembre / 27 dicembre – 8 gennaio), un testo inquietante scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, ricco di invenzioni sceniche. Elisabetta Faleni, dopo lo “studio” presentato al pubblico la scorsa Stagione, torna con la versione finale dell’intimista Stanze di sé (10-29 gennaio). Angelo Di Genio, appena insignito del Premio Mariangela Melato 2016, in Road Movie (28 marzo–9 aprile) dà vita a tutti i personaggi che Joel, gay trentenne, incontra nel suo viaggio coast to coast attraverso gli Stati Uniti degli anni Novanta.

Scorrendo l’elenco degli spettacoli ospiti emergono i nomi di autori e interpreti di primordine: Week end (13-18 dicembre), uno dei più bei testi di Annibale Ruccello che descrive la vita di una giovane donna segnata dall’handicap fisico e dalla solitudine; Smith & Wesson  (26 gennaio–5 febbraio) la nuova prova della coppia creativa Alessandro Baricco/Gabriele Vacis interpretata da Natalino Balasso, Fausto Russo Alesi, Camilla Nigro, Mariella Fabbris; Geppetto e Geppetto (20-26 marzo), un testo di  Tindaro Granata incentrato sul tema dell’omosessualità e, ancora, Come ne venimmo fuori (28 marzo-2 aprile) in cui Sabina Guzzanti descrive questo nostro “secolo di merda”. In Faust (21-26 marzo) si assiste ad uno straordinario esempio di incrocio di culture, messo in scena dalla regista tedesca Anna Peschke con l’Opera di Pechino, compagnia che unisce il canto alla recitazione, le acrobazie alla danza, per dar vita ad un’esperienza di “teatro totale”.
La prima, la migliore (14-19 febbraio) racconta la I Guerra Mondiale ispirandosi a Niente di nuovo sul fronte occidentale di Erich Maria Remarque mentre in Cospiratori ovvero prima della pensione (21-26 febbraio) osserviamo un’allegra famigliola festeggiare il compleanno di Himmler: Elena Bucci e Marco Sgrosso, i due registi, confidano come il loro intento sia non rendere i personaggi grotteschi, facendoli sentire lontani dalla realtà, ma presentarli nella loro dimensione umana per far capire come l’orrore possa annidarsi molto vicino a noi.
In Calendario sono presenti spettacoli che offrono ritratti femminili di grande forza: Ermanna Montanari in Maryam (8-12 febbraio) interpreta donne islamiche che descrivono la devozione per la figura della Madre di Gesù; in Nina (21 26 febbraio) Sara Borsarelli dà voce ai pensieri che attraversano la testa di Nina Simone durante il concerto al Montreux Jazz Festival del 1976;  Bersaglio su Molly Bloom (7-12 febbraio) è invece una produzione storica di Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa dedicata all’indimenticabile personaggio creato da Joyce. Infine La moglie (7-12 marzo) di e con Cinzia Spanò descrive l’esperienza vissuta dalla moglie di Enrico Fermi, nel 1942, in un villaggio fantasma del New Mexico dove era ospitato il gruppo di scienziati al lavoro sulla bomba atomica. All’oscuro della missione assegnata al marito, Laura, novella Psiche, scopre passo a passo il segreto custodito dal marito e deve confrontarsi con la sconcertante realtà che le si para innanzi.

A corollario della Stagione si succederanno molte altre iniziative che spaziano dalla musica alla danza, lasciando spazio anche al teatro indipendente, finalizzate a confermare il  Teatro Elfo Puccini quale centro imprescindibile della vita culturale milanese.

Silvana Costa

Lo spettacolo continua:
Teatro Elfo Puccini
c.so Buenos Aires 33 – Milano
www.elfo.org

Stagione 2016 – 2017
direzione Fiorenzo Grassi
delegati artistici Ferdinando Bruni, Elio De Capitani

12 – 30 ottobre
Orphans
di Dennis Kelly
regia Tommaso Pitta
coproduzione Marche Teatro/Teatro dell’Elfo

18 – 23 ottobre
I conigli non hanno le ali
scritto e diretto da Paolo Civati
Collettivo Attori Riuniti /Teatro del Carretto

20 ottobre – 13 novembre
Otello
di William Shakespeare
regia Elio De Capitani e Lisa Ferlazzo Natoli

2 – 4 novembre
Dieci mini balletti
Collettivo cinetico

8 – 20 novembre
Dove sei, o musa
di William Shakespeare
regia Elena Russo Arman

15 novembre – 4 dicembre
L’eclisse
di Joyce Carol Oates
regia Francesco Frongia

22 novembre – 4 dicembre
Sogno di una notte di mezza estate
da William Shakespeare
regia Elio De Capitani

22 – 27 novembre
Shakespeare a merenda
da William Shakespeare
regia Elena Russo Arman

29 novembre – 11 dicembre
Il racconto di Natale
di Charles Dickens
con Ferdinando Bruni

6 – 11 dicembre
Karmafulminien. Figli di Puttini
Generazione disagio

13 – 18 dicembre
Week end
di Annibale Ruccello
regia di Luca de Bei

13 – 22 dicembre / 27 dicembre – 8 gennaio
Alice Underground
da Lewis Carroll

10 – 29 gennaio
Stanze di sé
di Elisabetta Faleni

13 – 22 gennaio
Il giuoco delle parti
di Luigi Pirandello
regia Roberto Valerio
Compagnia Umberto Orsini srl, Fondazione Teatro della Pergola

17 gennaio – 5 febbraio
Afghanistan: il grande gioco
di S. Jeffreys, R. Hutchinson, A. Gupta, D. Greig
regia Elio De Capitani e Ferdinando Bruni

26 gennaio – 5 febbraio
Smith & Wesson
di Alessandro Baricco
regia Gabriele Vacis
Teatro Stabile del Veneto e Teatro Stabile di Torino

7 – 19 febbraio
Scandalo
di Arthur Schnitzler
regia Franco Però
Teatro stabile del Fiuli Venezia Giulia

7 – 12 febbraio
Bersaglio su Molly Bloom
da James Joyce
Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa

8 – 12 febbraio
Maryam
di Luca Doninelli
regia Marco Martinelli
Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

14 – 19 febbraio
La prima, la migliore
testo e regia Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
Emilia Romagna Teatro Fondazione

20 – 26 febbraio
Fratto X
di Flavia Mastrella e Antonio Rezza
RezzaMastrella

21 – 26 febbraio
Cospiratori ovvero prima della pensione
di Thomas Bernhard
progetto, scene e regia Elena Bucci e Marco Sgrosso
Le belle bandiere

21 – 26 febbraio
Sara Borsarelli
Nina
testo e regia di Nicola Russo

28 febbraio – 6 marzo
Anelante
di Flavia Mastrella e Antonio Rezza
RezzaMastrella

28 febbraio – 8 marzo
I giganti della montagna
di Luigi Pirandello
regia Roberto Latini
Fortebraccio Teatro

7 – 12 marzo
Cinzia Spanò
La moglie
di e con Cinzia Spanò
regia Rosario Tedesco
Associazione Culturale PianoinBilico

9 – 19 marzo
Assassina
di Franco Scaldati
riduzione e regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi
Emilia Romagna Teatro Fondazione

10 – 12 marzo
Demoni
di Lars Norén
regia Marcial Di Fonzo Bo
Teatro Stabile di Genova e Comédie de Caen

14 – 19 marzo
I Malavoglia
regia Guglielmo Ferro
produzione Progetto Teatrando

20 – 26 marzo
Geppetto e Geppetto
testo e regia Tindaro Granata
Teatro stabile di Genova, Festival delle colline torinesi,
Proxima Res

21 – 26 marzo
Faust: una ricerca sul linguaggio dell’opera di Pechino
progetto e regia Anna Peschke,
Emilia Romagna Teatro Fondazione, China National
Peking Opera Company

27 marzo – 2 aprile
Animali da bar
drammaturgia Gabriele Di Luca
regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti,
Alessandro Tedeschi
Carrozzeria Orfeo

28 marzo – 2 aprile
Come ne venimmo fuori
di e con Sabina Guzzanti
regia di Giorgio Gallione
Secol Superbo e Sciocco produzioni

28 marzo – 9 aprile
Road Movie
di Godfrey Hamilton
traduzione Gian Maria Cervo
regia Sandro Mabellini

4 – 9 aprile
Nerds
testo e regia di Bruno Fornasari
Teatro Filodrammatici

6 – 9 aprile
Il maschio inutile
Banda Osiris

18 aprile – 7 maggio
Lear di Edward Bond
adattamento e regia Lisa Ferlazzo Natoli

2 – 21 maggio
Ferdinando Bruni
Finché esista il sole della mia ragione
uno spettacolo di Bruni/Frongia da Edgar Allan Poe
Teatro di Roma, Teatro dell’Elfo

3 – 21 maggio
The Juniper Tree dai fratelli Grimm
regia, scene e costumi di Elena Russo Arman

8 – 10 maggio
Muri – prima e dopo Basaglia
testo e regia Renato Sarti
Teatro della Cooperativa

11 – 14 maggio
Gorla fermata Gorla
testo e regia Renato Sarti
Teatro della Cooperativa

16 – 21 maggio
Le strategie fatali
testo e regia di Paolo Mazzarelli e Lino Musella
Marche Teatro

5 – 16 giugno
Fuga in città sotto la luna
da Favola di Tommaso Landolfi
e da Il lupo mannaro di Boris Vian

19 – 23 giugno
MDSLX
regia Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
Motus

19 – 23 giugno
Vedi alla voce Alma
con Lorenzo Piccolo
Nina’s Drag Queens, Aparte, Danae Festival

NUOVE STORIE
gli appuntamenti con gli autori, i registi, e i gruppi emergenti in sala Bausch
25 – 30 ottobre
La sirenetta
regia Giacomo Ferraù
con la collaborazione registica di Arturo Cirillo
drammaturgia Giacomo Ferraù e Giulia Viana
con Riccardo Buffonini, Giacomo Ferraù,
Libero Stelluti, Giulia Viana
Eco di fondo/Campo teatrale

27 febbraio – 5 marzo
De revolutionibus
Sulla miseria del genere umano
testi originali Giacomo Leopardi
con Giuseppe Carullo, Cristiana Minasi
Carullo-Minasi e Federgat

14 – 19 marzo
Peter Pan guarda sotto le gonne
testo e regia Livia Ferracchiati
con Linda Caridi, Luciano Ariel Lanza,
Chiara Leoncini, Alice Raffaelli

5 – 9 giugno
Va tutto bene
regia Stefano Cordella
di e con Vanessa Korn, Dario Merlini
Alice Redini, Umberto Terruso, Fabio Zulli
Oyes

12 – 16 giugno
John e Joe
di Agota Kristof
regia Valerio Binasco
con Nicola Pannelli, Sergio Romano
TeatroDue di Parma

FUORI PROGRAMMA
17-25 settembre
Melting Milano
rassegna di drammaturgia contemporanea: Ludwig, Idiot savant, Eco di fondo, Teatro Ma, Maniaci d’amore

30 settembre-16 ottobre
Festival MilanOltre 30ª edizione …La danza continua
www.milanoltre.org

Sentieri selvaggi in residenza all’Elfo Puccini
La rosa dei venti stagione 2017
Concerti di musica contemporanea – www.sentieriselvaggi.org

Lezioni di storia
sei lezioni magistrali a cura di Editori Laterza
due cicli di appuntamenti dedicati alla storia

Gérard Grisey – Intonare la luce
25° Festival di Milano Musica Percorsi di musica d’oggi

Share

I commenti sono chiusi.