Teatro Parenti|Stagione 2020/21

Come ad ogni autunno, il noto teatro milanese presenta un calendario ricco di titoli, spaziando tra i generi e le epoche, lasciando ampio spazio alle nuove generazioni.

Nemmeno il tempo di sfogliare la cartella stampa della Stagione 2020/21 del Teatro Franco Parenti di Milano e appuntare in agenda gli spettacoli assolutamente da non perdere che, come un fulmine a ciel sereno, arrivano le anticipazioni del nuovo DPCM. Non c’è nulla da fare, nessuna obiezione accolta e da lunedì 26 ottobre, per quasi un mese sino al 24 novembre, vengono sospese le attività organizzate in teatri, sale concerti e cinema.
Lo sgomento lascia il posto alla rabbia: al termine della prima ondata di Covid-19 questi sono tra gli ultimi luoghi cui è stato concesso di riaprire, dopo aver speso per la sanificazione dei locali e averli sottoposti a severi controlli. E non tutti hanno avuto i mezzi per farlo. I dati Agis confermano come tale sacrificio economico sia stato ripagato da una percentuale di contagi pressoché nulla: 1 caso su 2.782 spettacoli andati in scena dal 15 giugno al 10 ottobre.
Domenica 25 ottobre Andrée Ruth Shammah ha accolto il pubblico del Parenti per l’ultimo spettacolo prima della nuova chiusura raccontando della lettera scritta insieme a un folto gruppo di intellettuali e artisti italiani per motivare al presidente Conte e al ministro Franceschini perché questa drastica misura nei confronti dei luoghi dello spettacolo sia ingiusta e non necessaria. Una protesta nata dalla consapevolezza che il pubblico è dalla loro parte, che i sussidi promessi non compensano l’umiliazione di non poter essere utili in questo momento di crisi, alleviando con la propria arte il morale del pubblico, di un pubblico cui sanno di non causare danno sanitario, di un pubblico che si è prontamente schierato dalla loro parte sottoscrivendo la lettera al Governo. In una manciata di giorni le firme hanno superato quota centomila mentre sui social e i media si moltiplicano i messaggi di indignazione di un popolo che si sente ignorato dai rappresentati che ha eletto, conscio che comunque tra un mese la pandemia non sarà miracolosamente rientrata e andranno prese nuove decisioni.
Sempre domenica 25, ai manifestanti contro il nuovo DPCM che si sono dati appuntamento davanti al Piccolo Teatro Strehler, Paolo Rossi, con il solito fare da giullare che scherzando sbatte in faccia al signore i danni del malgoverno, ha espresso la delusione per come la cultura, invece di essere considerata un bene prezioso e tutelata, venga puntualmente bistrattata. Già in Pane o libertà. Su la testa l’attore lamenta la pressoché totale indifferenza del ministro Franceschini – prontamente ribattezzato “Franceschiello” – dinnanzi agli appelli lanciatigli in questi mesi da chi della propria arte vive o vorrebbe poter vivere.

Al bando i pensieri negativi e fingiamo di credere a Conte quando promette che con questo – ennesimo – sacrificio chiesto a cinema, sale da concerti e teatri a Natale si potrà festeggiare allegramente. Il Teatro Parenti cercherà ovviamente di trovare nuove date per gli spettacoli cancellati, a iniziare da Promenade de santé. Passeggiata di salute (22 ottobre/1 novembre) di Nicolas Bedos, con Filippo Timi e Lucia Mascino diretti da Giuseppe Piccioni, bruscamente interrotto a metà delle repliche. Lucia Mascino avrebbe anche dovuto essere protagonista di Smarrimento (10/15 novembre), scritto per lei e diretto da Lucia Calamaro.
Concentriamoci sul cartellone per la Stagione 2020/21, ricco come sempre: sono una cinquantina gli spettacoli presenti, molti prodotti dallo stesso teatro, da solo o in collaborazione con altre importanti realtà italiane, puntando ora su nomi noti ora su giovani talenti come Teatro dei Gordi. Partiamo dunque da questa compagnia, ospite dell’ultima edizione della Biennale di Teatro di Venezia con Pandora (1/4 ottobre e 9/13 dicembre), capace di conquistare l’affetto del pubblico con spettacoli dalla forte componente onirica eppure efficaci nel rappresentare comportamenti e sentimenti della contemporaneità. A marzo riportano al Teatro Parenti anche Visite (3/7 marzo), altro esempio di una cifra espressiva che punta più sulla comunicazione attraverso il fisico – sovente ricorrendo all’uso di maschere – che la parola, superando ogni barriera linguistica.
Teatro dei Gordi è tra i protagonisti della rassegna Campo Aperto che propone 18 spettacoli per guardare il mondo attraverso gli occhi delle nuove generazioni, affrontando da diversa prospettiva temi sociali di vecchia data quali il razzismo con Black Dick (30 settembre/2 ottobre), la terza età e il rapporto con il passato ne Il fanciullino (19/28 febbraio), i migranti con Stay hungry indagine di un affamato (22/31 gennaio), l’ecologia con La fine del mondo (28 novembre/4 dicembre) o l’accettazione dell’omosessualità grazie a Feroci (17/27 maggio). Campo Aperto permette anche di dare uno sguardo al futuro con Marjorie Prime (12/25 novembre) che mostra come superare il dolore di una perdita – con una commovente Ivana Monti in scena anche nello struggente monologo Una vita che sto qui (18/31 marzo) – e un’assistente personale virtuale che istiga la proprietaria alla ribellione da ipocrisia e finzione in Fammi un’altra domanda. Una ribellione in 18 chat (21/30 ottobre). Al contempo il Parenti sfrutta la tecnologia già disponibile e in tempi di semi-lockdown porta via web nelle case Il filo invisibile (26 ottobre e 9-16 -23-30 novembre).
La musica è al centro di due appuntamenti: a febbraio Corrado Tedeschi racconta l’incontro tra il pianista bianco e il trombettista di colore che ha rivoluzionato il modo di fare jazz in Note in bianco e nero. Il genio bianco Bill Evans alla corte di Miles Davis (26/28 febbraio). A primavera inoltrata è la volta di Morabeza (17 e 18 maggio): Tosca in concerto accompagnata da Massimo De Lorenzi alla chitarra, da Carmine Iuvone al contrabbasso, da Luca Scorziello alla batteria, da Giovanna Famulari al violoncello e al piano.
Ladro di razza (20 aprile/2 maggio) con Massimo Dapporto e Antonello Fassari promette di portare a teatro una ventata di allegria con una storia d’amore e amicizia ambientata nella Roma del 1943, che attinge a piene mani dalla tradizione della commedia all’italiana.
Merita una menzione Anna dei miracoli (19/30 maggio), un esempio di vita e speranza offerte da un’istitutrice alla bambina con grave deficit cognitivo che assiste, tratta dal film premio Oscar diretto da Arthur Penn, scelta, non a caso, da Teatro Franco Parenti per supportare il tenace lavoro svolto dall’Associazione Lega del Filo d’Oro.

Il cartellone propone altri spettacoli derivati da opere cinematografiche e letterarie: Il rompiballe (29 dicembre/10 gennaio) diretto e interpretato da Paolo Triestino e Nicola Pistoia; Fronte del porto (9/14 marzo) di Budd Schulberg, diretto da Alessandro Gassmann; L’attimo fuggente (23 marzo/1 aprile) di Tom Schulman, con Ettore Bassi; La storia (3/8 novembre) dall’omonimo romanzo di Elsa Morante e Questo è il tempo in cui attendo la grazia (17/22 novembre) liberamente ispirato ai testi di Pier Paolo Pasolini; L’onore perduto di Katharina Blum (12/20 gennaio) dal romanzo di Heinrich Böll; Fuga a tre voci (22/27 giugno) adattato da Tullio Giordana – che ne è anche regista – da Lettere da un’amicizia di Ingeborg Bachmann e Hans Werner Henze, interpretato da Alessio Boni e Michela Cescon.
Non mancano i grandi classici teatrali: Morte di un commesso viaggiatore (21/31 gennaio) di Arthur Miller con Alessandro Haber; Troiane (2/7 febbraio) di Euripide con Elisabetta Pozzi, Graziano Piazza, Federica Fracassi e Valentina Bartolo; Un tram che si chiama desiderio (10/21 febbraio) di Tennessee Williams con Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci e Tartufo (4/9 maggio) di Molière con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina e Roberto Valerio che ne è anche autore dell’adattamento teatrale.

Appuntamento a teatro e, nel mentre, facciamo sentire il nostro calore a quanti nel settore lavorano sopra e dietro il palcoscenico. Lo spettacolo dal vivo è componete irrinunciabile per il sistema artistico e culturale italiano: difendiamolo.

Silvana Costa

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Franco Parenti
via Pier Lombardo, 14 – Milano
www.teatrofrancoparenti.it

Programma
30 settembre / 2 ottobre
Black Dick
uno spettacolo di e con Alessandro Berti
una produzione Casavuota

1 / 4 ottobre
Pandora
uno spettacolo di Teatro dei Gordi
ideazione e regia Riccardo Pippa
di e con Claudia Caldarano, Cecilia Campani, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza
produzione Teatro Franco Parenti / Teatro Stabile di Torino / Fondazione Campania dei Festival
in collaborazione con Teatro dei Gordi

6 / 14 ottobre
Opera panica extralarge                  
Nuovo cabaret tragico
di Alejandro Jodorowsky

regia e spazio scenico Fabio Cherstich
con Valentina Picello, Francesco Brandi, Michele Capuano, Francesco Sferrazza Papa
e con i DUPERDU (Marta Maria Marangoni e Fabio Wolf, autori e interpreti delle canzoni)
produzione Teatro Franco Parenti / Fondazione Teatro della Toscana

14 / 29 ottobre
Locke
di Steven Knight
regia Filippo Dini
con Filippo Dini
e le voci al telefono sono di Sara Bertelà, Eva Cambiale, Alberto Astorri, Emilia Piz,  Iacopo Ferro, Mattia Fabris, Mariangela Granelli,  Valentina Cenni, Carlo Orlando, Giampiero Rappa, Fabrizio Coniglio
produzione Teatro Franco Parenti / Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia / Teatro Stabile di Torino

21 / 30 ottobre
Fammi un’altra domanda
Una ribellione in 18 chat

con Valentina Picello, Camilla Barbarito
testo e regia Renato Gabrielli
residenza artistica Olinda – Teatro LaCucina
produzione Teatro Franco Parenti

22 ottobre / 1 novembre
Promenade de santé
Passeggiata di salute
di Nicolas Bedos

con Filippo Timi, Lucia Mascino
regia Giuseppe Piccioni
produzione Marche Teatro

26 ottobre e 9-16-23-30 novembre 
Il filo invisibile            
uno spettacolo di e con Andrea Rizzolini
diretto da Corinna Grandi
produzione Teatro Franco Parenti
spettacolo on line su Zoom

31 ottobre / 6 novembre
La banca dei sogni                                               
regia e ideazione Francesca Merli
con Federica Furlani, Davide Pachera e Laura Serena e un gruppo di sognatori: ArturGussoni, Giacomo Guarino, Emma Rovatti, Francesco Piazza, Chiara Brugnara, Carlotta Cavallini, Alessandro Miano, Lia Bacceli, Fiorenza Auriemma, Chiara Pollicino, Fiammetta Paoli e Claudio Giombi.
produzione Domesticalchimia 
con il sostegno di Campo Teatrale e Teatro della Toscana

3 / 8 novembre
La storia
liberamente ispirato a La storia di Elsa Morante
regia Fausto Cabra
con Franca Penone, Alberto Onofrietti, Francesco Sferrazza Papa
produzione Centro Teatrale Bresciano

10 / 15 novembre
Smarrimento
uno spettacolo scritto e diretto da Lucia Calamaro
per e con Lucia Mascino
produzione Marche Teatro

12 / 25 novembre
Marjorie Prime                                                           
di Jordan Harrison
regia Raphael Tobia Vogel
con Ivana Monti, Elena Lietti, Pietro Micci, Francesco Sferrazza Papa
produzione Teatro Franco Parenti

17 / 22 novembre
Questo è il tempo in cui attendo la grazia
da Pier Paolo Pasolini

regia Fabio Condemi
con Gabriele Portoghese
produzione La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello /  Teatro di Roma-Teatro Nazionale

28 novembre / 4 dicembre
La fine del mondo                                                    
di Fabrizio Sinisi
regia Claudio Autelli
con  AliceSpisa, Anahi Traversi, Angelo Tronca e attore da definire
produzione Teatro Franco Parenti / Centro Teatrale Bresciano B/ LAB121
con il sostegno di Bando Under35 Fondazione Cariplo e Kilowatt Festival

28 novembre / 4 dicembre
50 minuti di ritardo
regia e drammaturgia Alessia Cacco, Jacopo Giacomoni

ideazione e realizzazione Elena Ajani, David Angeli, Alessia Cacco, Jacopo Giacomoni, Davide Pachera, Marco Tonino
produzione Malmadur/ Fondazione Teatro della Toscana

10 / 20 dicembre
Io Sarah, Io Tosca
con Laura Morante
con Mimosa Campironi voce e pianoforte
produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo

9 / 20 dicembre
Buon anno, ragazzi                                                
di Francesco Brandi
con Francesco Brandi, Loris Fabiani,  Miro Landoni, Daniela Piperno, Sara Putignano
regia Raphael Tobia Vogel
produzione Teatro Franco Parenti / Fondazione Teatro della Toscana – Teatro Nazionale

9 / 13 dicembre
Pandora
uno spettacolo di Teatro dei Gordi
ideazione e regia Riccardo Pippa
di e con Claudia Caldarano, Cecilia Campani, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza
produzione Teatro Franco Parenti / Teatro Stabile di Torino / Fondazione Campania dei Festival in collaborazione con Teatro dei Gordi 

29 dicembre / 10 gennaio
Se non ci pensa dio ci penso io
di e con con Gene Gnocchi
regia Marco Caronna
produzione International Music and Arts

29 dicembre / 10 gennaio
Il rompiballe
di Francis Veber
regia Pistoia-Triestino
con Paolo Triestino, Nicola Pistoia e con Antonio Conte, Loredana Piedimonte, Matteo Montaperto, Alessio Sardelli
produzione a.ArtistiAssociati
in collaborazione con Fiore e Germano

12 / 20 gennaio
L’onore perduto di Katharina Blum
dal romanzo di Heinrich Böll
regia Franco Però
con Elena Radonicich, Peppino Mazzotta
e con Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Riccardo Maranzana, Francesco Migliaccio, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos
produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia / Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale / Teatro Stabile di Catania

13 / 21 gennaio
Giobbe
Storia di un uomo semplice
dal romanzo di Jospeh Roth
con Roberto Anglisani

14 / 24 gennaio
Sala AcomeA
Deo ex macchina
Olivetti un’occasione scippata
di e con Antonio Cornacchione
regia Giampiero Solari
produzione Epoché Arteventi
con il patrocinio di Associazione Archivio Storico Olivetti, Olivetti spa,CSC – Archivio Nazionale Cinema Impresa

21 / 31 gennaio
Morte di un commesso viaggiatore
di Arthur Miller
regia di Leo Muscato
con Alessandro Haber, Alvia Reale e cast in via di definizione
produzione Goldenart Production / Teatro Stabile del Veneto / Teatro Stabile di Bolzano

22 / 31 gennaio
Stay hungry indagine di un affamato                                                     
di e con Angelo Campolo
ideazione scenica Giulia Drogo
produzione DAF Teatro dell’esatta fantasia

28 gennaio / 7 febbraio
L’angelo di Kobane
di Henry Naylor
regia Simone Toni
con Anna Della Rosa
produzione TPE – Teatro Piemonte Europa

2 / 7 febbraio
Troiane
di Euripide
regia Andrea Chiodi
con Elisabetta Pozzi e con Graziano Piazza, Federica Fracassi e Valentina Bartolo
produzione Centro Teatrale Bresciano

4 / 7 febbraio
Sempre domenica            
drammaturgia Controcanto Collettivo
ideazione e regia Clara Sancricca
con Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero, Giorgio Stefanori
produzione Progetto Goldstein

9 / 14 febbraio
Settanta volte sette 
drammaturgia originale Controcanto Collettivo
ideazione e regia Clara Sancricca
con Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero, Clara Sancricca
produzione Controcanto Collettivo/ Progetto Goldsteincon il sostegno di Straligut Teatro-Murmuris, ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo – VerdecoprenteRe.Te. 2017

10 / 21 febbraio
Un tram che si chiama desiderio
di Tennessee Williams
con Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci
e con Angela Ciaburri, Stefano Scandaletti, Giorgio Sales, Erika Puddu, Massimo Odierna
regia e scena Pier Luigi Pizzi
produzione Gitiesse Artisti Riuniti diretta da Geppy Gleijeses

23 / 28 febbraio
Emily Dickinson
Vertigine in altezza

di Valeria Moretti
con Daniela Poggi
regia e impianto Emanuele Gamba
produzione Teatro della Città / centro di produzione teatrale

19 / 28 febbraio
Il fanciullino
di Renata Ciaravino

con Renato Avallone, Camilla Barbarito, Renata Ciaravino, Alessandro Sampaoli
e con la partecipazione straordinaria di Martina Pontil e Osvaldo Tarelli
collaborazione alle interviste Marianna Esposito, Ramona Linzola, Chiara Martucci, Giada Ulivi
regia Renata Ciaravino
produzione Dionisi con il contributo di Fondazione Cariplo/ Lacittaintorno / Comune di Milano

26 / 28 febbraio
Note in bianco e nero
Il genio bianco Bill Evans alla corte di Miles Davis
di Massimo Gagliani
a cura di Marco Rampoldi
drammaturgia e ricerca immagini Gianni Gualberto Morelenbaum
con Corrado Tedeschi
produzione Teatro Franco Parenti e Rara produzione

3 / 7 marzo
Visite
Teatro dei Gordi

ideazione e regia Riccardo Pippa
di e con Cecilia Campani, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Maria Vittoria Scarlattei, Matteo Vitanza
produzione Teatro Franco Parenti / Teatro dei Gordi

4 / 14 marzo
Io e Pirandello
di e con Sebastiano Lo Monaco
regia Salvo Bitonti
produzione SiciliaTeatro

9 / 14 marzo
Fronte del porto
di Budd Schulberg
uno spettacolo di Alessandro Gassmann
con Daniele Russo
e con Emanuele Maria Basso, Antimo Casertano, Antonio D’Avino, Sergio Del Prete, Francesca De Nicolais, Vincenzo Esposito, Ernesto Lama, Daniele Marino, Biagio Musella, Pierluigi Tortora, Bruno Tràmice
produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

11 / 21 marzo
Darling
di e con Sara Bosi
supervisione artistica di Pierfrancesco Favino
produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo
in collaborazione con Scuola di formazione del mestiere dell’attore – L’Oltrarno

16 / 21 marzo
When the rain stop falling
di Andrew Bovell
da un progetto di lacasadargilla
regia Lisa Ferlazzo Natoli
con Caterina Carpio, Marco Cavalcoli, Lorenzo Frediani, Tania Garribba, Fortunato Leccese,  AnnaMallamaci, Emiliano Masala, Camilla Semino Favro, Francesco Villano
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione /  Teatro di Roma –  Teatro Nazionale / Fondazione Teatro Due con il sostegno di Ambasciata d’Australia e Qantas

18 / 31 marzo
Una vita che sto qui
di Roberta Skerl
con Ivana Monti
regia Giampiero Rappa
produzione Teatro Franco Parenti

23 marzo / 1 aprile
#pourparler
Un viaggio attraverso le parole
di Giovanna Donini e Annagaia Marchioro
con Annagaia Marchioro
produzione Associazione Culturale Brugole&co

23 marzo / 1 aprile
L’attimo fuggente
di Tom Schulman

regia di Marco Iacomelli
regia associata di Costanza Filaroni
con Ettore Bassi, Mimmo Chianese, Marco Massari, Matteo Vignatii,  Alessio Ruzzante, Matteo Napoletano, Matteo Sangalli,  Leonardo Larini,  Edoardo Tagliaferri , Sara Giacci 
produzione esecutiva di Davide Ienco

20 aprile / 2 maggio
Ladro di razza
di Gianni Clementi

regia di Piero Maccarinelli
con Massimo Dapporto e Antonello Fassari
e con Susanna Marcomeni
produzione Teatro Franco Parenti / Teatro della Toscana – Teatro Nazionale

4 / 9 maggio
Tartufo
di Molière
adattamento e regia Roberto Valerio
con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina, Roberto Valerio
e con Paola De Crescenzo, Massimo Grigò, Elisabetta Piccolomini, Roberta Rosignoli, Luca Tanganelli
produzione Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatralecon il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Toscana

11 / 16 maggio
Il filo di mezzogiorno
di Goliarda Sapienza

regia Mario Martone
con Donatella Finocchiaro, Roberto De Francesco
produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale / Teatro di Roma – Teatro Nazionale / Teatro Stabile di Catania 

17 / 27 maggio
Feroci  
regia Gabriele Colferai
drammaturgia Tobia Rossi
con Valerio Ameli, Mauro Conte, Filippo Panigazzi, William Angiuli, Michele Savoia, Michele Rossetti, Angelo Di Figlia, Antonio Catalano, Daniele Palumbo, Oscar Valenza
progetto e produzione Dogma Theatre Company

17 e 18 maggio
Morabeza
Tosca in concerto
chitarra Massimo De Lorenzi

violoncello e piano Giovanna Famulari
contrabbasso Carmine Iuvone
batteria Luca Scorziello
in collaborazione con Associazione Pier Lombardo

maggio
Tutta la vita davanti     
scritto e diretto da Michele Sorrentino Mangini
con Ernesto Lama e cast da definire
digital video designer Alessandro Papa

19 / 30 maggio
Anna dei miracoli
di William Gibson
adattamento e regia Emanuela Giordano
con Mascia Musy e Fabrizio Coniglio, Anna Mallamaci, Laura Nardi
produzione Teatro Franco Parenti per Associazione Lega del Filo d’Oro

4 / 13 giugno
Vaudeville!
Atti unici di Eugène Labiche
ideazione, drammaturgia e regia di Roberto Rustioni
con Francesca Astrei, Luca Carbone, Roberta De Stefano, Loris Fabiani, Paolo Faroni
produzione Fattore K / Teatro di Roma- Teatro Nazionale / Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia

15 / 18 giugno
Un poyo rojo  
(Argentina)
coreografia Luciano Rosso, Nicolás Poggi
interpreti Alfonso Barón e Luciano Rosso
regia Hermes Gaido
coordinamento e distribuzione Aldo Miguel Grompone, Roma
produzione T4 /  Jonathan Zak /  MaximeSeuge

22 / 27 giugno
Fuga a tre voci

drammaturgia e regia Marco Tullio Giordana
liberamente ispirato a Ingeborg Bachmann- Hans Werner Henze Lettere da un’amicizia
con Alessio Boni Michela Cescon
musiche di Hans Werner Henze eseguite dal vivo
produzione Teatro di Dioniso in collaborazione con Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano

Share
Questa voce è stata pubblicata in 2020/21, eventi in corso, Milano, prosa&danza, Teatro Franco Parenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.