Teatro Elfo Puccini|Stagione 2021/22

Al Teatro Elfo di Milano tutto è pronto per l’apertura della nuova Stagione. Sono una cinquantina gli spettacoli in programma, tra debutti a lungo rimandati e successi consolidati, produzioni interne e ospitalità, spaziando tra i generi e le epoche, scelti con la speranza di fornire al pubblico spunti per riuscire a meglio comprendere la contemporaneità.

È una delle oniriche visioni di Donato Piccolo l’immagine guida della quarantottesima Stagione dell’Elfo Puccini intitolata Riprendiamo a volare. Come ogni anno, infatti, un noto artista fa dono al teatro milanese di un’opera che illustri l’idea di fondo adottata da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, i due direttori artistici, nella composizione del nuovo cartellone. L’eterea fantasia di fiori, astronauti, strane macchine volanti e cannoni che sparano farfalle allude all’eccitazione che pervade l’Elfo in attesa di riprende quel volo interrotto due anni fa. All’inizio ballonzolerà come un aereo che non riesce a riprendere quota ma poi dispiegherà le ali per proseguire il percorso esplorativo iniziato quasi mezzo secolo fa, cui mancano ancora tante mete da toccare e raccontare. L’aereo è affollato: il pubblico durante la chiusura ha supportato il Teatro Elfo in tutti i modi e, appena il Governo ha permesso di alzare il sipario, è tornato numeroso in sala.
Sono circa cinquanta le tappe previste da metà ottobre a fine giugno 2022, ripartendo proprio da Diplomazia (14 ottobre/14 novembre) sospeso bruscamente pochi giorni dopo il debutto. Cyril Gely per questo raffinato scontro dialettico trae spunto da un fatto storico realmente accaduto nella notte tra il 24 e il 25 agosto 1944, quando Raoul Nordling, il console svedese a Parigi, salva la città dalla furia distruttiva nazista. Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani sono i protagonisti del dramma accolto lo scorso anno da spettatori e critica con grande – meritato – favore.
In quegli stessi giorni vanno in scena due lavori di Emanuele Aldrovandi che avrebbero dovuto debuttare la scorsa Stagione: Robert e Patti (19 ottobre/14 novembre), una storia di fantasia che trae spunto da Just Kids (2010) di Patti Smith, e Farfalle (16/21 novembre), incentrato sul rapporto conflittuale tra due sorelle. Le opere sono accomunate dal documentare nel tempo il legame tra i protagonisti, costellato da inevitabili incomprensioni che da un lato li aiutano a far luce sui propri desideri e dall’altro ne rafforzano l’affetto.
Elio De Capitani dirige ed è tra gli interpreti di Moby Dick alla prova (11 gennaio/6 febbraio), un testo in versi elisabettiani di Orson Welles volto a evidenziare il lato politico del capolavoro di Melville. Achab incarna l’ossessione tipicamente americana per la prevaricazione dei deboli: il capitano conduce i marinai in una lotta all’ultimo sangue, senza voler sentire ragioni, per cacciare il nemico dall’ambiente che abita da sempre. È questa un’ulteriore tappa del viaggio alla scoperta dell’America cui appartengono, tra gli altri, il recente Il seme della violenza – The Laramie project di Moisés Kaufman o l’apocalittico Angels in America di Tony Kushner.
Ferdinando Bruni e Francesco Frongia si confrontano invece con Sofocle per Edipo Re. Una favola nera (15 marzo/14 aprile): l’intenzione degli autori è dimostrare l’incessante attualità della vita di Edipo, trascorsa come una favola, sfidando creature magiche e sconfiggendo mostri, senza tuttavia riuscire a sottrarsi alle spire del destino. L’ambientazione visionaria, accentuata dai costumi di Antonio Marras, sottolinea l’idea di trasporre il piano dell’azione al mondo interiore del protagonista per valorizzare il lavoro introspettivo che compie, scoprendo e lottando contro gli aspetti peggiori del proprio Io.
Il nostro elenco delle ventitré produzioni e co-produzioni dell’Elfo in programma nella Stagione 2021/22 prosegue con Miracoli metropolitani (30 novembre/31 dicembre). Gabriele Di Luca solleva il telo e mostra come funzionino le cucine che producono pasti da consegnare a domicilio e, con quel fare surreale e cinico che caratterizza l’attuale cifra stilistica di Carrozzeria Orfeo, costruisce la comicità a partire dal problema delle intolleranze alimentari.
Cercivento (15-28 novembre), il dramma tratto da Prima che sia giorno di Carlo Tolazzi, ricostruisce il dialogo tra due dei quattro Alpini dell’8° Reggimento – 109ª Compagnia del Battaglione Monte Arvenis, alla vigilia della loro fucilazione. Lo spettacolo, realizzato con il contributo del Comune di Cercivento e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, aiuta il percorso burocratico per ottenere la riabilitazione di quei soldati che, come dimostrano le ricerche, sono stati ingiustamente condannati per insubordinazione e ribellione.
Magdalena Barile si basa sui diari di Anne Lister, iniziati all’età di 15 anni e dichiarati nel 2011 da UNESCO Memoria del mondo, per tessere le vicende delle due coppie di donne protagoniste di Gentleman Anne (4/20 febbraio). Il testo costruisce un parallelismo tra la nobildonna vissuta nell’Inghilterra della prima metà dell’Ottocento, consegnata alla storia per essere “la prima lesbica dell’era moderna” per la consapevolezza con cui vive apertamente le proprie relazioni sentimentali, e una coppia dei giorni nostri che da lei trae ispirazione. Quentin Crisp. La speranza è nuda (19 gennaio/6 febbraio) di Mark Farrelly vede invece Luca Toracca impegnato in un monologo dedicato alla vita straordinaria Quentin Crisp, personaggio emblematico della scena queer anglosassone morto nel 1999. Edward Albee cita i rapporti travagliati con la madre che ne condanna l’omosessualità in Tre donne alte (11 maggio/2 giugno), una commedia caratterizzata da umorismo tagliente e dialoghi al massacro. Ida Marinelli si cala nei panni di un’anziana ricca e potente, ormai in punto di morte eppure ancora in grado di tiranneggiare le altre 2 donne – interpretate da Elena Ghiaurov e Denise Brambillasca – in stanza con lei.
Carolina Cametti promette di conquistare il pubblico con Bob Rapsodhy (26 ottobre/7 novembre), la resa in versi del flusso di pensieri, emozioni e paure che attraversa la mente di una trentenne dei giorni nostri. Compie invece un viaggio indietro nel tempo Guardie al Taj (1/20 marzo) di Rajiv Joseph, ambientato nell’India del 1648 la notte prima dell’inaugurazione del Taj Mahal. Le guardie Humayun e Babur discutono dell’ordine ricevuto dall’imperatore di tagliare le mani agli artigiani impegnati nei lavori affinché non possano mai più creare un’opera di simile splendore.
Grande attesa per la nuova fatica di César Brie, Nel tempo che ci resta (1/19 dicembre), ispirata all’impegno di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e Agnese Piraino Leto. A loro accosta Tommaso Buscetta che con Falcone instaura un rapporto di collaborazione nella lotta contro la mafia.
Tappa all’Elfo per due grandi successi impegnati nel tour nazionale: Libri da ardere (22 marzo/10 aprile) di Amélie Nothomb e Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (19 aprile/8 maggio) di Simon Stephens, da Mark Haddon, diretti rispettivamente da Cristina Crippa e da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani.
Dalla collaborazione tra l’Elfo e l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico nascono Una bellissima domenica a Creve Coeur (11/16 gennaio) di Tennessee Williams con la regia di Tommaso Capodanno e la trilogia di testi di Francesco Petruzzelli (5/24 giugno), autore già noto al pubblico del teatro per il divertente Quel che accadde a Jack, Jack, Jack e Jack (6/10 giugno). Debuttano a giugno Vox Family (13/17 giugno) e il monologo Sarò Greve (20/24 giugno).

Le compagnie ospiti offrono ampia scelta di generi e tematiche. Segnaliamo tra le tante le rielaborazioni di capisaldi della letteratura come Orgoglio e pregiudizio (23/28 novembre) con Arturo Cirillo e Valentina Picello o Memorie del sottosuolo (14/19 dicembre) da Fëdor Dostoevskij; classici del teatro come La Signorina Giulia (1/6 marzo) di August Strindberg e Baccanti (8/13 febbraio) di Euripide. Ci sono le rassegne di Frosini / Timpano (25/30 gennaio), Eco di fondo (5/10 aprile), Dimitri / Canessa (19/24 aprile) e Rezza / Mastrella (17/29 maggio); Rosario Lisma è presente in veste di autore, regista e interprete di Pescheria Giacalone e figli (8/13 marzo) e Giusto (29 marzo/3 aprile) mentre Gianni Biondillo è l’autore di Grate (30 novembre/5 dicembre), diretto da Francesco Frongia e prodotto da Atir Teatro Ringhiera con il sostegno di NEXT.
L’elenco degli spettacoli è molto più lungo di così e vi invitiamo a scoprire il resto qui sotto.

Silvana Costa

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Elfo
c.so Buenos Aires 33 – Milano
www.elfo.org

 
Stagione 2021 – 2022
Riprendiamo a volare 
23 settembre-10 ottobre
Milanoltre XXXV edizione

14 ottobre-14 novembre
Diplomazia
di Cyril Gely
con Ferdinando Bruni, Elio De Capitani
regia De Capitani/Frongia
Teatro dell’Elfo, Teatro Stabile di Catania, LAC Lugano Arte e Cultura
con il contributo di NEXT 

19 ottobre-14 novembre
Robert e Patti
di Emanuele Aldrovandi
con Ida Marinelli, Riccardo Buffonini, Loris Fabiani
regia Francesco Frongia
Teatro dell’Elfo
prima nazionale

26 ottobre-7 novembre
Bob Rapsodhy
di e con Carolina Cametti
Teatro dell’Elfo

15-28 novembre
Cercivento
da Prima che sia giorno
di Carlo Tolazzi
regia Massimo Somaglino 
con Alessandro Maione, Filippo Quezel
Teatro dell’Elfo
con il contributo del Comune di Cercivento e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

16-21 novembre
Fronte del porto
di Budd Schulberg
regia Alessandro Gassmann
con Daniele Russo
Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, Teatro Stabile di Catania

16-21 novembre
Farfalle
testo e regia Emanuele Aldrovandi
con Bruna Rossi, Giorgia Senesi
Associazione teatrale Autori Vivi, ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro dell’Elfo

23-28 novembre
Orgoglio e pregiudizio
da Jane Austen
regia Arturo Cirillo 
con Arturo Cirillo, Valentina Picello
Marche Teatro, Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale
prima versione teatrale italiana

23-28 novembre
Tiresias
da Hold your own / Resta te stessa
di Kae Tempest
regia Giorgina Pi
con Gabriele Portoghese
Angelo Mai/Bluemotion

30 novembre-31 dicembre
Miracoli metropolitani 
di Gabriele Di Luca
con (in ordine alfabetico) Elisa Bossi, Ambra Chiarello, Federico Gatti, Aleph Viola, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti, Federico Vanni
uno spettacolo Carrozzeria Orfeo
Marche Teatro, Teatro dell’Elfo, Teatro Nazionale di Genova, Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

30 novembre-5 dicembre
Grate
di Gianni Biondillo
regia Francesco Frongia
con Chiara Stoppa
Atir Teatro Ringhiera
con il sostegno di NEXT 

1-19 dicembre
Nel tempo che ci resta
testo e regia César Brie
con César Brie, Marco Colombo Bolla, Elena D’Agnolo, Rossella Guidotti, Donato Nubile
Teatro dell’Elfo, Campo teatrale

7-12 dicembre
Settanta volte sette
drammaturgia originale Controcanto Collettivo
ideazione e regia Clara Sancricca
Progetto Goldstein

14-19 dicembre
Memorie del sottosuolo
da Fëdor Dostoevskij
Marcido Marcidorjs, Famosa Mimosa 2021

11 gennaio-6 febbraio
Moby Dick alla prova
di Orson Welles
regia Elio De Capitani 
con Elio De Capitani e Cristina Crippa, Angelo Di Genio, Marco Bonadei, Enzo Curcurù, Alessandro Lussiana, Massimo Somaglino, Michele Costabile, Giulia Viana, Vincenzo Zampa, Mario Arcari
Teatro dell’Elfo, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

11-16 gennaio
Una bellissima domenica a Creve Coeur
di Tennessee Williams
regia Tommaso Capodanno
con Matteo Berardinelli, Alessandro Businaro, Dario Caccuri, Tommaso Paolucci
Teatro dell’Elfo, Accademia Silvio D’Amico

18-23 gennaio
Madre
Poemetto scenico di Marco Martinelli
di e con Ermanna Montanari, Stefano Ricci, Daniele Roccato
Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

19 gennaio-6 febbraio
Quentin Crisp
La speranza è nuda
di Mark Farrelly
regia Ferdinando Bruni
con Luca Toracca
Teatro dell’Elfo
prima nazionale

25-30 gennaio
Dittico sui dittatori
Frosini/Timpano
Gli Scarti, Accademia degli Artefatti, Kataklisma Teatro

  • Dux in scatola. Autobiografia d’oltretomba di Mussolini Benito (25-27 gennaio)
  • Gli sposi. Romanian tragedy (28-30 gennaio)

4-20 febbraio
Gentleman Anne
di Magdalena Barile
regia Elena Russo Arman
con Elena Russo Arman, Maria Caggianelli Villani
Teatro dell’Elfo

8-13 febbraio
Baccanti
di Euripide
regia Laura Sicignano
Teatro Stabile di Catania

8-13 febbraio
Malagrazia
di Michelangelo Zeno
ideazione e regia Giuseppe Isgrò
con Edoardo Barbone, Daniele Fedeli
Phoebe Zeitgeist

15-20 febbraio
Peachum
Un’opera da tre soldi
testo e regia Fausto Paravidino
con Fausto Paravidino, Rocco Papaleo
Teatro Stabile di Bolzano, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

15-20 febbraio
Life
testo e regia Emiliano Brioschi
con Emiliano Brioschi, Cinzia Spanò
Brioschi/Spanò

22-27 febbraio
Le ferite del vento
di Juan Carlos Rubio 
regia Alessio Pizzech
con Cochi Ponzoni, Matteo Taranto
Società per attori, Teatro Civico La Spezia

1-6 marzo
La signorina Giulia
di August Strindberg
regia Leonardo Lidi
con Giuliana Vigogna, Christian La Rosa, Ilaria Falini
Teatro Stabile dell’Umbria

1-20 marzo
Guardie al Taj
di Rajiv Joseph
regia Elio De Capitani
con Enzo Curcurù, Alessandro Lussiana
Teatro dell’Elfo, Centro Teatrale Bresciano
prima nazionale

8-13 marzo
Pescheria Giacalone e figli
testo e regia Rosario Lisma
con Lucia Sardo, Barbara Giordano, Andrea Narsi, Luca Iacono
Teatro Stabile di Catania

15 marzo-14 aprile
Edipo Re
Una favola nera
da Sofocle
regia Ferdinando Bruni, Francesco Frongia
con Ferdinando Bruni, Edoardo Barbone, Mauro Lamantia, Valentino Mannias
Teatro dell’Elfo
prima nazionale

22 marzo-10 aprile
Libri da ardere
di Amélie Nothomb
regia Cristina Crippa
con Elio De Capitani, Angelo Di Genio, Carolina Cametti
Teatro dell’Elfo

22-27 marzo
La fabbrica degli stronzi 
drammaturgia Maniaci d’Amore 
regia Kronoteatro, Maniaci d’Amore
con Tommaso Bianco, Francesco d’Amore, Luciana Maniaci, Maurizio Sguotti
Kronoteatro, Teatro Nazionale di Genova

29 marzo-3 aprile
Giusto
testo e regia Rosario Lisma
con Rosario Lisma
Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

5-10 aprile
Eco di fondo
di Giacomo Ferraù e Giulia Viana  
regia Giacomo Ferraù  
Eco di fondo

  • Narciso (5-8 aprile) (solo per le scuole)
  • Le rotaie della memoria (8-10 aprile)

19 aprile-8 maggio
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
di Simon Stephens, da Mark Haddon
regia Ferdinando Bruni, Elio De Capitani
con Corinna Agustoni, Cristina Crippa, Elena Russo Arman, Ginestra Paladino, Debora Zuin, Nicola Stravalaci, Daniele Fedeli, Davide Lorino, Marco Bonadei, Alessandro Mor
Teatro dell’Elfo, Teatro Stabile di Torino

19-24 aprile
Dimitri/Canessa

  • Bruno (19-21 aprile)
  • Ad esempio questo cielo (22-24 aprile)

26 aprile-1 maggio
Illogical Show
Trejolie
ITC2000

3-8 maggio
Le otto montagne 
di Francesca Sangalli
regia Marta Marangoni
con Andrea Lietti, Giuliano Comin e con la performer Alice Bossi
Minima Theatralia

10-15 maggio
Ferdinando
di Annibale Ruccello
regia Nadia Baldi
con Gea Martire, Chiara Baffi, Fulvio Cauteruccio, Francesco Roccasecca
Teatro Segreto

10-15 maggio
Sono solo nella stanza accanto
di Tobia Rossi
regia Giacomo Ferraù
con Edoardo Barbone, Eugenio Fea
Eco di fondo / Caterpillar

11 maggio-2 giugno
Tre donne alte
di Edward Albee
regia Ferdinando Bruni
con Ida Marinelli, Elena Ghiaurov, Denise Brambillasca
Teatro dell’Elfo
prima nazionale
 
17-22 maggio
Abracadabra
Incantesimi di Mario Mieli
di e con Irene Serini
Maurizio Guagnetti
con il sostegno della compagnia IF Prana

17-29 maggio
Rezza / Mastrella
Rezza Mastrella, TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello

  • 7 14 21 28 (17-22 maggio)
  • Anelante (24-29 maggio)

5-24 giugno
Trilogia Petruzzelli
testi di Francesco Petruzzelli

Teatro dell’Elfo, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico

  • Quel che accadde a Jack, Jack, Jack e Jack (6-10 giugno)
  • Vox Family (13-17 giugno)
  • Sarò Greve (20-24 giugno)

21-26 giugno
Alda. Diario di una diversa
di Giorgio Gallione
da Alda Merini
con Milvia Marigliano
e con i danzatori di DEOS – Danse Ensemble Opera Studio
Teatro Nazionale di Genova

Questa voce è stata pubblicata in 2021/22, eventi in corso, Milano, prosa&danza, Teatro Elfo Puccini e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.